L’assessore Giusy Crimi si dimetta

Lo scarso successo del bando per lo scudo crociato è da imputare “alla poca chiarezza sia in riferimento alle attività da realizzare, paragonabili a quelle organizzate (con tutto il rispetto del caso) dai comuni con non più di cinquecento abitanti” evidenziando come non sia seguito il regolamento dell’ex assessore alla cultura, Tano Grasso, che “prevedeva la formulazione di un albo al quale attingere per le iniziative culturali e promozionali“.
Bocciate anche le luminari, definite “luci funeree che non hanno saputo creare alcuna atmosfera festosa“, lamentando che “non sono state illuminate tutte le vie concordate o non sono state illuminate totalmente” e che “il progetto di design ha avuto diversi partecipanti ma i soliti vincitori” tra i quali “la solita associazione che, in precedenza, era stata presieduta dallo stesso assessore promotore del bando“.
L’installazione da 4.000 euro della “Lanterna magica” per l’Udc “doveva essere una lampada luminosa e sonora, un caleidoscopio di immagini e suoni, luogo di eventi e manifestazioni. Tutte cose rimaste sulla carta e mami effettuate“.
Sui mercatini di Natale il gruppo consiliare di centrodestra evidenzia che “prima si è assistito ad un’esposizione di indumenti e biancheria intima su Corso Numistrano e Nicotera, per poi passare alla desertificazione dei gazebo posti all’isola pedonale” nonostanche che “secondo l’Assessore, fossero pochi i 25 euro richiesti per l’occupazione di un box. Il risultato è stato sotto gli occhi di tutti. Si è anche tentato, visti i fallimenti, di concederli gratuitamente ottenendo però lo stesso identico risultato“.
Si condanna l’indicazione diretta di un gruppo folk ad animare i mercatini, mentre si promuove lo spettacolo del 31 dicembre di Radio Studio 54 network, evidenziando però come a primeggiare nella graduatoria fosse stato il promoter Francesco Corea, ricordato per la sua apparizione poco lusinghiera a “Le Iene”, e poi “successivamente alla presentazione del programma delle manifestazioni natalizie si è provveduto a modificare la graduatoria inserendo al primo posto studio54network(fonte IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA)