Letta a Napolitano: “Chiedo scusa per giornalismo urlato”.

Roma – “Le chiedo scusa per certo giornalismo urlato di moda di questi tempi che arriva all’offesa, al dileggio, all’aggressione tanto più deprecabile quanto più è ingiusta”. Con queste parole il sottosegretario alla presidenza del Consiglio – nonchè Presidente della Repubblica in pectore secondo alcune indiscrezioni -,  Gianni Letta, si è rivolto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel suo intervento alla cerimonia del Cnel in occasione dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia.

“Le esprimo – ha proseguito Letta – fortissima solidarietà“.

“La coesione sociale è il presupposto della coesione nazionale che Lei non si stanca mai di invocare in questi tempi difficili e ci indica l’unica strada per uscire dalle difficoltà e per imboccare finalmente la via della ripresa e della rinascita”. “La ringrazio – ha concluso – a nome di tutti e con convinta e piena partecipazione personale”.