Lettera di Franz Caruso al sindaco Occhiuto: “Il degrado delle strade cittadine è un’emergenza di risolvere”

blank

COSENZA – “Caro Mario, da semplice cittadino pongo alla tua attenzione lo stato di degrado e di abbandono in cui versano numerosissime strade cittadine, sia periferiche che centrali, e che rappresentano ormai un oggettivo pericolo per automobilisti e pedoni”.
È quanto scrive l’avv. Franz Caruso in una missiva al primo cittadino Mario Occhiuto, invitandolo a ricercare immediate ed esaustive soluzioni alla problematica inerente la precarietà delle arterie viarie cosentine, accentuatasi in queste ultime settimane anche a causa del maltempo e delle numerose ed abbondanti piogge.
“Sono ben consapevole – prosegue Franz Caruso – delle difficoltà che si è costretti ad affrontare per amministrare la cosa pubblica in presenza di un dissesto finanziario, che obbliga ad una rigorosa rivisitazione delle spese ed ingessa, di fatto, il bilancio comunale. Ciononostante ritengo necessario intervenire con tempestività per affrontare e risolvere le criticità che incidono negativamente sulla quotidianità dei cittadini. Ed io ritengo che il degrado delle strade cosentine rappresenti un’emergenza da affrontare subito e non più procrastinabile. In particolare, mi riferisco alla sopraelevata, che collega lo svincolo a sud dell’A2 , con la statale 107 e con la stazione di Cosenza, rappresentando, quindi, un’arteria di grande transito urbano ed extraurbano, utilizzata anche da mezzi pesanti e pullman e che, allo stato attuale, rappresenta un vero pericolo. Ma non solo. Anche altre strade cittadine, quella sottostante la stessa sopraelevata da via Popilia a via Gullo, via Panebianco, via Negroni, via Molinella, Via Nicola Serra ecc, sono piene di buche e presentano un manto stradale dissestato dove spesso devono essere posizionate le barriere jersey in plastica, che permangono per lungo tempo, e che rendono ancora più difficile la normale e sicura transitabilità ed il passaggio dei pedoni”.
“Sono certo – conclude l’avv. Franz Caruso – che in qualità di Sindaco ti interesserai fattivamente della problematica che ti sto sottoponendo, ricercando le soluzioni più adeguate ed opportune anche rispetto alle ristrettezze economiche in cui attualmente versa il Comune di Cosenza. Al di là del dissesto finanziario dell’Ente, infatti, si deve avere la capacità di continuare a dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini, utilizzando ogni atto e provvedimento possibile. Nel salutarti, colgo l’occasione per augurarti una pronta guarigione, avendo saputo che sei stato anche tu contagiato dal virus Covid-19”.