Manovra, tagli alle agevolazioni fiscali tra il 5 ed il 20%

La Manovra finanziaria contiene provvedimenti destinati a suscitare polemiche tra le diverse fazioni politiche. Una di queste è la norma che prevede tagli alle agevolazioni fiscali.

Si tratta di un intervento che prevede appunto un taglio alle agevolazioni tra il 5 ed il 20%, e che produrrà sensibili conseguenze sul bilancio pubblico pari a 4 miliardi di euro nel 2013 e 20 miliardi di euro nel 2013. Il taglio colpirà tutte le agevolazioni fiscali che attualmente abbattono la base imponibile, compresi gli sgravi per il lavoro dipendente e per le pensioni. Previsti anche tagli che riguardano la situazione familiare, come assegni per figli a carico, spese sanitarie e istruzione, asili nido, interventi universitari.

Con questi interventi il governo spera di recuperare 4 miliardi di euro nel 2013 e 20 miliardi di euro nel 2014. Il taglio colpirà in maniera trasversale tutte le 470 voci di agevolazioni fiscali previste dall’ordinamento.