Manovra Tremonti approvata entro weekend. Berlusconi:”rimaniamo coesi”

ROMA – La speculazione che ha colpito i mercati finanziari nelle ultime settimane trova l’azione decisa del Parlamento. Camera e Senato si sono messe d’accordo per approvare più velocemente possibile la manovra economica, entro il termine di domenica in modo da dare un chiaro segnale al mercato.

Nel frattempo si continua a discutere sui possibili emendamenti suggeriti da maggioranza e opposizione. Intanto il leader del Pd Pier Luigi Bersani, ha parlato della manovra e del contributo del suo partito:”noi per l’Italia facciamo la nostra parte, siamo fiduciosi ma non credo che Berlusconi sia un elemento di fiducia né per l’Italia né per il contesto internazionale. Berlusconi ha continuato a dire che il governo è coeso. Noi mostriamo la nostra responsabilità ma le sue dichiarazioni mostrano, per usare un eufemismo, che non c’è comprensione di quanto sta succedendo”.

Intanto secondo indiscrezioni di stampa ci sarebbero stati alcuni contrasti all’interno della maggioranza, tra il Pdl e la Lega Nord su alcuni emendamenti. Le principali norme che potrebbero esser modificate all’interno della manovra sono pensioni, imposta di bollo sul dossier titoli, patto di stabilità interno dei Comuni e ticket sanitari. Sulle pensioni, si potrebbe anticipare 2015 l’aumento dell’età pensionabile delle donne del settore privato.

Intanto appello di Silvio Berlusconi che si è rivolto a tutti il mondo politico e ai cittadini italiani: “dobbiamo essere uniti e coesi nell’interesse comune”. Per noi – continua il premier -, per l’Italia, è un momento certo non facile. La crisi ci coglie nel mezzo del forte processo di correzione dei conti pubblici che abbiamo da tempo intrapreso e rafforzato pochi giorni fa. La nostra capacità di mantenere i conti sotto controllo dopo lo scoppio della crisi finanziaria nel 2009 – sottolinea ancora Berlusconi – è stata superiore a quella di altri Paesi.