Manovra, Tremonti: “I trattati internazionali sono come matrimoni, nella buona e nella cattiva sorte”.

Roma –  “I trattati internazionali sono come matrimoni, nella buona e nella cattiva sorte. Non così i trattati dell’Unione”. Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, rivolgendosi ai porporati di Palazzo Madama.

E’ un problema di credibilità e fiducia politica – ha aggiunto -: perché credere a una moneta governata da 17 governi e controllata da 17 parlamenti?”.

Poi, prima di passare alle dichiarazioni di voto senatorie, il patron del Ministero di Via XX Settembre – riferendosi a quanto è successo in borsa venerdì e lunedì scorsi – ha dichiarato: “Più che di speculazione di tratta di un problema di credibilità e fiducia nella politica”.

La crisi – ha detto – si aggira nel mondo come un mutante che oggi prende la forma della Grecia. Siamo dentro un paradosso: la percezione dei mercati dell’area euro non riflette la sua forza e ai primi tre posti tra Paesi considerati più rischiosi ci sono tre Paesi europei. Oggi i mercati finanziari ritengono ad alto rischio l’investimento in Paesi che rappresentano il 40% del Pil”.