Miletta: Dove ha vissuto fino ad oggi?

E proseguono: “Se girasse per la città, e non rimanesse a fare salotto buono e chic solo con gi amici del suo fortissimo e copiosissimo partito, scoprirebbe una città in ginocchio, che in quest’ultimi anni non ha ricevuto nessun reale e concreto aiuto da parte di chi l’ha amministrata. Scorgerebbe che in ogni famiglia c’è almeno un giovane che emigra per studiare o per lavorare. Vedrebbe quante attività produttive hanno chiuso i battenti e quanta frustrazione esiste, in tutti i segmenti, grazie alla vostra mancanza di politica, progettualità e concretezza. Tutto fermo, tutto ancora in fase di sperimentazione, dopo sette anni ci sembra risibile”.
All’esponente di Sel che aveva ricordato le vicende giudiziarie dell’ultima legislatura in consiglio regionale e a Reggio, l’Udc risponde: “Dov’era il caro Miletta quando i consiglieri regionali della vecchia maggioranza di centrosinistra erano attenzionati da decine d’informazioni di garanzia, rinvii a giudizio, condanne ed addirittura omicidi? Dov’era quando l’ospedale e la sanità lametina venivano stuprati, defraudati, declassati dal suo governo regionale? Sappiamo però dov’era al recente rinnovo del consiglio regionale: ad aiutare supinamente ed indefessamente coloro che avevano ucciso Lamezia e la Calabria“.
I consiglieri di minoranza: “Non ci lasceremo intimidire dai vostri scriteriati ed offensivi attacchi, anzitutto ciò ci fa capire che abbiamo scoperchiato qualcosa che bisognava tenere al buio o comunque sotterrato (come d’altronde state facendo con i talenti di questa città messi sotto terra a morire e languire). Per cui continueremo nella nostra opposizione, sempre responsabile, ma oggi di ferro dinanzi all’argilla di questa amministrazione. E’ strano che, a memoria d’uomo, il più incocludente governo cittadino possa ergersi a censore della buona, concreta e sana amministrazione“.
L’Udc continua la sua missiva: “Parla dei quasi due anni del governo Scopelliti, ma i suoi occhi sono troppo pieni di pregiudizi, altrimenti noterebbe quale lavoro proficuo, alacre, incredibile e giornaliero la Regione sta mettendo in campo per riparare agli immani disastri che i suoi compagni hanno creato in questi anni. Riconoscerebbe quanto di buono e importante si sta facendo per far rinascere e risollevare la Calabria tutta. E’ difficile spiegarLe gli investimenti, in tutti i settori, messi in campo dalla Regione, che magari amministrazioni comunali come quella lametina non sfruttano perchè non capaci, non attenti, immobili. Solo per citare l’attenzione riservata alla città da parte della Regione, basti pensare ai finanziamenti concessi per il lungomare, il porto turistico e l’enoteca regionale. Le chiediamo cosa sta facendo l’amministrazione comunale per metterli in atto? Lei parla di modello Reggio, ancora tutto da appurare, perchè non parla del modello Multiservizi e dei suoi brillanti bilanci? In sette anni, non uno dei problemi atavici della città avete quantomento iniziato a fronteggiare“.