P4, la Giunta dice ‘sì’ all’arresto di Alfonso Papa.

Roma – La Giunta per le Autorizzazioni della Camera ha detto si’ all’arresto del deputato del Pdl Alfonso Papa.

Alla votazione hanno preso parte Pd, Idv, Fli e Udc, mentre il Pdl ha lasciato l’Aula della Giunta e la Lega si è astenuta.

La proposta di arrestare Alfonso Papa é dunque passata in Giunta con nove voti dell’opposizione, secondo i calcoli fatti da alcuni esponenti del centrosinistra. “E’ stata una pagina nera della democrazia parlamentare – ha commentato l’ex relatore Francesco Paolo Sisto (Pdl) – è stato violato l’art.18 del regolamento. Io ho formulato una documentata e regolare proposta per dire che non si sarebbe potuto concludere il lavoro in giunta, ma sarebbe stato meglio demandare all’Aula la soluzione della vicenda, a causa della nuova documentazione di 15mila pagine depositata due giorni fa da Papa”.

Non è dello stesso parere il centrista Pierluigi Mantini che parla direttamente di “sabotaggio indecente da parte della maggioranza”.

“La Lega oggi – interviene poi Donatella Ferranti (Pd) – ha di fatto smentito il proprio leader Umberto Bossi. E si è trincerata dietro una astensione motivata da cavilli procedurali, per non uscire allo scoperto”.

Intanto il caso è ora in calendario alla Camera per il 20 luglio.

La proposta di concedere l’arresto di Alfonso Papa sarebbe passata con 10 sì e 3 astenuti. A favore della richiesta del gip di Napoli di arrestare il deputato del Pdl si è espresso anche il presidente della Giunta Pierluigi Castagnetti.

Oltre ai due deputati della Lega Luca Paolini e Fulvio Follegot, si e’ astenuto anche il deputato dei ‘Responsabili’ Elio Belcastro. I deputati del Pdl hanno invece lasciato la Giunta per protesta.