P4, Papa: “Sono sereno”. Intanto Franceschini accusa il Pdl di baratto con la Lega.

Roma – “Vivo queste ore con grande serenità, perché sono innocente. Dimostrerò nel tempo la mia innocenza nel processo”. E’questo il commento del deputato, posto nelle ultime ore al centro della scena politica, Alfonso Papa.

Questo pomeriggio alla Camera si voterà l’autorizzazione all’arresto nei suoi confronti, ma lui si dichiara tranquillo. Prende parte alla seduta mattutina ed è in Aula, seduto silenzioso nel suo banco, quando il capogruppo Pd Dario Franceschini accusa il Pdl di uno “scambio” con la Lega: il no ai rifiuti in cambio del no all’arresto di Papa.

Ma lui, il deputato del Pdl coinvolto nell’inchiesta sulla P4, non vuole replicare. E non vuole neanche commentare la concomitanza del voto che lo riguarda, con il voto a palazzo Madama sul senatore del Pd Alberto Tedesco.

Mi sento sereno – ha proseguito Papa – perché innocente rispetto a tutte le accuse che mi vengono rivolte. Questo è un valore assorbente rispetto a qualunque altra considerazione”.