PD Luzzi: “Il Sindaco Federico su Urbanistica e Imu prende in giro i luzzesi da oltre 7 anni”

LUZZI – “Concittadini Luzzesi siamo arrivati al 17 giugno 2019, una nuova scadenza dell’IMU è arrivata e nulla è stato fatto per la revisione dello Strumento Urbanistico Comunale e IMU. Il Sindaco, prende in giro i luzzesi da oltre 7 anni, infatti già dal 2012 appena diventato assessore all’urbanistica con una lettera del 17 maggio 2012, pubblicava una manifestazione d’interesse per raccogliere istanze, richieste e osservazioni dai cittadini al fine di procedere alla revisione dello strumento urbanistico comunale (allegato 1 – lettera manifestazione per revisione PSC 2012). I cittadini di Luzzi presentarono centinaia di osservazioni e richieste di revisione urbanistica, che da allora rimasero inevase e chiuse nei cassetti comunali.
Arriviamo alla campagna elettorale del 2017, e il sindaco Federico reo di aver disatteso il grande impegno preso nella precedente campagna elettorale 2012, prende di nuovo l’impegno con i cittadini luzzesi, pubblicamente e scrivendolo nel suo programma elettorale di procedere alla revisione dello strumento urbanistico entro settembre 2017. Sono passati 2 anni dall’insediamento del sindaco e nulla e stato posto all’attenzione della cittadinanza e del consiglio in tal senso.
Bisogna osservare ancora che l’amministrazione comunale fece redigere uno studio a tal proposito con incarico dal 2015, per elaborare un proposta di revisione dello strumento urbanistico, che giace lì nei cassetti comunali senza che lo stesso venga posto all’attenzione del consiglio comunale e della cittadinanza, per avviare il procedimento amministrativo di adozione ed approvazione.
Denunciamo con gran forza questa inerzia amministrativa voluta per sottoporre ogni anno i cittadini luzzesi ad un enorme salasso di tasse sugli immobili, resa nota in un precedente comunicato dal segretario Michele Leone del 09 dicembre 2018, che con uno studio dei dati (fonte Ministero del Interni e delle Finanze) rilevò come l’incidenza per abitanti della tassazione IMU risultava più del doppia rispetto a comuni limitrofi come Bisignano e Acri. Luzzi infatti ha un incidenza di IMU per abitante di 107,07 €/abitante, Bisignano 51,01 €/abitante, Acri 57,53 €/abitante.
Cari concittadini è arrivata l’ora di farci sentire, il PD Luzzi è al vostro fianco, per dire basta a questa presa in giro del Sindaco, ora si rispettino gli impegni e si proceda nel più breve tempo possibile alla revisione urbanistica del PSC e della tassazione sugli immobili IMU, attesa da ormai troppi anni dai cittadini luzzesi”.

PD Luzzi
il segretario Michele Leone