Per i sindaci della presila catanzarese la riapertura della SP 25 è una priorità assoluta

pietro_raimondo

La proposta prevede due livelli di intervento: innanzitutto, si richiede che nel breve periodo si verifichi l’immediato ripristino del tracciato originario con opere anche provvisionali al fine di garantire la percorribilità del tratto stradale; successivamente, in un ragionevole periodo medio-lungo, il livello d’intervento dovrà riguardare la definitiva realizzazione della rete viaria deviando il tracciato, qualora fosse ritenuto opportuno, onde consentire finalmente il ritorno ad una giusta vivibilità di un territorio ricco di storia e di potenzialità ambientale, oggi fortemente condizionato dalla chiusura della SP 25. La determinazione delle amministrazioni locali, impegnate in ogni caso nell’interesse esclusivo delle popolazioni che rappresentano, sarà indirizzata a richiamare fortemente chi di dovere alle proprie responsabilità. All’Amministrazione Provinciale, in primis, e a quanti hanno diretta competenza tecnica, gli amministratori locali non consentiranno ulteriori ritardi nell’intervento, tantomeno di sottrarsi ai propri compiti. È facilmente prevedibile che, se le richieste non dovessero essere prontamente accolte, si passerà certamente ad una forte mobilitazione dei cittadini.