Politiche 2018: Matteo Salvini eletto Senatore in Calabria, Furgiuele deputato

CATANZARO – La Lega di Matteo Salvini ha conquistato due seggi in Calabria, uno alla Camera dove ha ottenuto 52.676 voti pari al 5,61% delle preferenze, e uno al Senato dove ha ottenuto 49.797 voti pari al 5,87% delle preferenze. Il deputato eletto in Calabria è Domenico Furgiuele, coordinatore regionale della Lega, candidato come capolista dei salviniani nel collegio plurinominale “Sud” della Camera. Al Senato, invece, il seggio spetta al leader del movimento, Matteo Salvini, in base alla perversa legge elettorale e al metodo del quoziente e dei più alti resti. Anche in Sicilia, infatti, la Lega ha ottenuto un seggio al Senato, nella circoscrizione della Sicilia occidentale dove è stata eletta Giulia Bongiorno con 61.268 voti pari al 5,53%. Salvini era capolista nella Sicilia orientale, dove la Lega ha ottenuto 58.244 voti pari al 5,35%: per circa 3.000 voti, quindi, in Sicilia passa la Bongiorno a discapito di Salvini, che adesso è costretto a scegliere la Calabria per entrare in parlamento.
Salvini, infatti, aveva scelto di non candidarsi in alcun collegio uninominale o “blindato” del Nord, ha rischiato tutto al Sud e alla fine sarà eletto in Calabria proprio grazie al boom di voti di Tilde Minasi, che però resta fuori. Rimane il risultato eccezionale della lista che in Provincia di Reggio ha ottenuto 15.862 voti pari al 7,26%, e addirittura nel solo Comune di Reggio Calabria ha conquistato 6.396 voti pari all’8,69%, la città del Sud che ha tributato il numero di voti più alto alla Lega. Il successo politico del gruppo di Scopelliti resta a prescindere dalla mancata elezione di Tilde Minasi, per la ritrovata centralità nello scenario politico locale e regionale. Infatti, seppur con un velo di amarezza per la mancata ciliegina sulla torta, presso la sede del Movimento Nazionale della Sovranità di via Miraglia sono ore di festa.