Pontida, Bossi avvisa Berlusconi: “se non ascolterà le nostre proposte la sua leadership potrebbe finire con le prossime elezioni politiche”

Dal vertice della a potrebbero emergere importanti novità per il futuro del partito politico guidato dal leader , anche per quanto riguarda l’asse con il Pdl, sempre più decisivo per il futuro del .

Al raduno sono presenti circa 80 mila sostenitori della Nord. Dopo il giuramento dei 52 leghisti eletti alle recenti , hanno sfilato sul palco i segretari nazionali del partito, mentre lo speaker recitava: “I segretari nazionali sono tutti per Bossi. Il nostro motto è ‘tutti per uno e uno per tutti”.

Umberto Bossi ribadisce la forza della Lega Nord dopo le ultime indiscrezioni di stampa: “i giornalisti dicono solo falsità, sono schiavi di Roma, la Lega non è in rotta, ma è pronta a conquistare la libertà della Padania”. Allo stimato ministro delle finanze , l’invito di Bossi: “Un pò di soldi si possono trovare, occorre far finire le missioni di guerra. Caro Giulio se vuoi avere i voti della Lega non puoi toccare più i comuni, gli artigiani, le piccole imprese, le tue leggi finanziarie non potranno toccare i comuni, bisogna riscrivere il Patto di stabilità dei Comuni”.

Poi frecciatina a Berlusconi e alla sua leadership che a suo dire “è in discussione dalle prossime . Non è detto che alle prossime andremo con Berlusconi, se non ascolterà le nostre proposte la leadership di Berlusconi potrebbe finire con le prossime politiche.