Premio “Città del libro” a Vicenza, la città di Lamezia riceve il riconoscimento nazionale per la categoria bambini

• per i comuni fino a 5 mila abitanti, categoria bambini,Strambiniello (TO); per comuni fino a 5 mila abitanti, categoria adolescenti, Librizzi (ME); per i comuni fino a 5 mila abitanti, categoria adulti e aree disagiate, Torre Pellice (TO);
• per i comuni da 5001 a 70.000 abitanti, categoria bambini,Crema (CR); per i comuni da 5001 a 70.000 abitanti, categoria adolescenti, Muggia (TS); per i comuni da 5001 a 70.000 abitanti, categoria adulti e aree disagiate, Feltre (BL);
• per i comuni da 70.001 abitanti, categoria bambini, Lamezia Terme (CZ); per i comuni da 70.001 abitanti, categoria adolescenti, Parma (PR); per i comuni da 70.001 abitanti, categoria adulti e aree disagiate, Firenze (FI).
Ai vincitori è stato  riconosciuto un premio in denaro pari a € 2.000,00.
Quest’anno il Premio ha avuto un grandissimo successo sia in termini quantitativi, con 303 formulari inviati da tutta Italia, sia in termini qualitativi con proposte di promozione della lettura innovative e ricche di creatività. La distribuzione delle partecipazioni sul territorio nazionale ha visto una maggiore partecipazione del Nord Italia (173 formulari dal Nord, 65 dal Centro e 65 dal Sud).
Il Progetto Premio “Città del Libro” rappresenta una opportunità unica e originale per promuovere e consolidare il rapporto tra le istituzioni territoriali, gli operatori del settore editoriale e lettori di ogni età e fascia sociale, ponendosi come importante strumento di promozione del libro e della lettura.
Lo scopo è quello di valorizzare le attività di promozione della lettura che si sono svolte e si svolgono su tutto il territorio italiano, nell’ambito di un Comune, o di più Comuni tra loro consorziati. L’iniziativa ha avuto ed ha il pregio di coinvolgere in modo attivo le strutture di base della promozione della lettura, le scuole, gli asili, le biblioteche, le librerie, le associazioni culturali, le feste dei lettori, i festival di libri e di incoraggiare attività capaci di mobilitare lettori e non lettori, nonché sostenere quelle in grado di durare nel tempo e radicarsi nel territorio.
L’assessore Abramo, nell’esprimere il ringraziamento dell’Amministrazione “per il prestigioso risultato ottenuto” ha voluto sottolineare la circostanza che “il premio è ancora più significativo se si pensa che dei 10 comuni premiati solo due sono meridionali e uno dei due è la nostra città”. Ha inoltre espresso “gratitudine per il lavoro svolto ai dirigenti e ai dipendenti dell’ufficio Musei, biblioteca e politiche giovanili del Comune, alle operatrici e alle volontarie. In particolare un ringraziamento va a Chiara Strangis, Giusi Bambara, Elena Cerra, Rosanna Volpe, che hanno predisposto, curato e presentato il progetto premiato”. Nei prossimi giorni l’Amministrazione condividerà con tutte loro il riconoscimento ottenuto.