Presidio ospedaliero di Soveria Mannelli, ricorso al TAR e legge regionale di riorganizzazione dell’assetto sanitario della Calabria

Vittoria per k.o. tecnico del Commissario Scopelliti.
Il Consiglio Comunale di Soveria Mannelli è in procinto di vincere la sua battaglia di civiltà per mantenere in piedi il Presidio Ospedaliero che tanto lustro ha dato alla Città e tanti bisogni di salute ha soddisfatto negli anni in cui ha funzionato a pieno regime.
Il disegno di legge regionale di riorganizzazione dell’assetto sanitario della Calabria, approvata dalla competente commissione nella seduta di ieri (8 novembre 2012), dà infatti ragione alla forte istanza che proveniva dal massimo consesso cittadino soveritano.
Un’iniziativa alla quale ha fatto recentemente seguito il ricorso presentato al Tar di Catanzaro, a firma degli avvocati Ettore e Federico Jorio, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale determinata a salvaguardare con ogni mezzo il diritto alla salute dei cittadini delle aree interne disagiate, e tendente ad annullare i provvedimenti illegittimi adottati, senza un legittimo titolo, dal Commissario Scopelliti, volti a ridimensionare sensibilmente l’Ospedale di Soveria Mannelli (e non solo).
Bene sta facendo la Regione Calabria a riprendersi la legittima competenza e a pensare di approvare una apposita legge, così come già si doveva, modificativa di quella vigente (legge regionale n. 11/2004). L’obiettivo perseguito con il ricorso al Tar, di restituire piena dignità al massimo organo regionale di rappresentanza democratica e di delegittimare su un piano giuridico l’operato del Commissario Scopelliti, è stato quindi raggiunto in tempi celerissimi, con la massima soddisfazione.
Così facendo, ci vorrà certamente del tempo, ma le cose sembrano rientrare al loro posto, tant’è che l’Ospedale di Soveria Mannelli è stato inserito nell’Azienda Ospedaliera Area-Centro, con la sua tradizionale dignità di struttura erogatrice del livello di assistenza afferente alla spedalità pubblica.
L’Amministrazione Comunale di Soveria Mannelli continuerà a vigilare, ovviamente, a che la propria struttura ritorni a splendere come ai vecchi tempi!