Referendum, affluenza al 41,1% alle ore 22

Chiusi i nella prima giornata di . La risposta degli aventi diritto è stata positiva, con un del 41,1%. I quattro referendum sono: , gestione e tariffe dell’acqua, e .  Per l’efficacia dell’iniziativa, è necessario raggiungere  il del 50% + 1 degli aventi diritto. Domani urne aperte dalle 7 alle 15 del pomeriggio.

Già nel pomeriggio era stato superato il 30%, alimentando le speranze dei promotori dell’iniziativa.

Diversi i commenti a margine. Nel pomeriggio duro intervento del leader della Nord : “spero che la gente non vada a votare, però bisognava informarla meglio. Questi referendum sono inutili perché per l’acqua Berlusconi aveva incaricato la Lega di preparare la legge e sul nucleare la questione è stata spostata di dieci anni”. 

Ancor più cinico il commento sul leader del Pdl: “Berlusconi ha perso la capacità di comunicare queste cose in televisione”.  Sempre La Russa, nel pomeriggio aveva dichiarato di essere ancora indeciso se andare a votare o meno: “Non ho fatto in tempo. Deciderò in serata. Vorrei andare a votare come ho fatto le altre volte, ma so che votando non rispondo a un quesito, ma a qualcosa di estraneo al referendum che, colpevolmente, una parte politica, a sinistra, in particolare, ha voluto introdurre. Ecco perché sono molto, ma molto, dubbioso”.

A questo punto, appare sempre più probabile il raggiungimento del quorum, visto che ci sono altre 8 ore di urne aperte per ottenere il restante 10% dei voti mancanti.