Roma, Alemanno. “La sentenza del Tar non è giusta ma non ci opporremo”. Intanto Rosella Sensi entra in giunta.

Roma – Dopo la decisione intrapresa dal Tar del Lazio di annullare la Giunta del Comune di Roma per il mancato rispetto delle ‘quote rosa’, il sindaco Capitolino, Gianni Alemanno, ha fatto sapere che Rosella Sensi entrerà in Giunta.

Lo ha annunciato lo stesso sindaco di Roma precisando che l’ex presidente dell’As Roma avrà la delega “alla promozione della cità e allo sport. Un incarico specifico e necessario – ha precisato – soprattutto dopo la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020″.

Il ruolo di Rosella Sensi all’interno della giunta capitolina sarà tecnico, Rosella Sensi avrà una delega trasversale e non sostituirà alcun assessorato attuale. Si occuperà di grandi eventi, della promozione di Roma Olimpica e della capitale nel mondo”.

La sentenza del Tar non è giusta ma ne prendo atto e non ci opporremo. Questo è un comune che rispetta le quote rosa”, ha poi aggiunto il sindaco di Roma commentando la sentenza del Tribunale amministrativo che ha annullato le ordinanze relative alla seconda giunta Alemanno.

Il sindaco di Roma ha specificato che non ci sarà un allargamento della giunta capitolina, quindi necessariamente un assessore sarà mandato via. “Ciononostante – ha spiegato – la delega assegnata a Rosella Sensi non sostituisce la delega al Turismo né quella allo Sport né tantomeno la Cultura: è trasversale e deve interloquire con tutti gli assessorati per promuovere l’immagine di Roma sia in chiave di candidatura olimpica che in chiave di sviluppo per la città. Non c’é nessuna delega che viene soppressa; quello della Sensi è un assessorato trasversale senza deleghe specifiche”.

Resta da capire chi sarà sostituito nel nuovo disegno dell’Esecutivo che verrà presentato all’inizio della prossima settimana; intanto in merito alla esclusione del vicesindaco, Alemanno ha detto che “Mauro Cutrufo è il vicesindaco e faceva parte del ticket elettorale”.