SACAL: i lavoratori saranno assunti

Smentisce categoricamente le affermazioni di Casapound Grandinetti, dunque, ricordando che i 22 lavoratori in questione, e che fino a poco tempo fa lavoravano soltanto sei mesi all’anno, verranno a breve inseriti nell’or-ganico societario in pianta stabile. La questione, è solo quella di pazientare ancora un pò per dare la possibilità all’azienda di reperire le risorse necessarie.
«Stiamo parlando di un aeroporto, e quindi di una struttura che lavora molto di più in alcuni periodi dell’anno rispetto che ad altri, per cui, non v’è dubbio che per noi sarebbe stato meglio continuare nella stagionalità, ma la legge protegge questa categoria di lavoratori per cui, allo stato attuale è chiaro che mentre per il 2015 l’aumento di queste persone nell’organico della Sacal può essere supportato da un innalzamento del fatturato e delle risorse che Sacal in tutti i casi deve provvedere ad effettuare, nel 2014 ci sia bisogno di un pò più di tempo per potere fare in modo che ciò avvenga senza difficoltà per nessuno».
Grandinetti, ha poi risposto sui rapporti tra il Comune di Lamezia Terme e la Sacal dopo il ritiro dal Cda del rappresentante del Comune di Lamezia D’Ambrosio, e sull’iter che l’azienda seguirà circa la nomina del nuovo vicepresidente dopo la revoca di Giampaolo Bevilacqua. «Il sindaco Speranza dopo le vicende giudiziarie in cui è stato coinvolto Bevilacqua, ha ritirato il suo rappresentante, ma i rapporti con il resto dell’azienda sono buoni. Per quanto riguarda invece la figura del nuovo vicepresidente non essendo questa condizione urgente, attendiamo che il cda sia completo e poi decideremo in seguito». (Il quotidiano della Calabria – A.bru.)