Salta incontro Berlusconi-Bossi. Non ci sono rischi per il governo

La votazione a favore dell’arresto di Papa ha scatenato polemiche all’interno della maggioranza, con alcuni esponenti della Lega Nord che hanno espresso in maniera esplicita il proprio assenso nonostante il voto segreto. Ieri il premier, intervistato dopo il vertice Ue, ha smentito rischi per il governo, pur confermando alcune polemiche: “ci sono delle situazioni interne a un partito della coalizione. Ma ho avuto rassicurazioni precise che non c’è alcun rischio per la coalizione di governo”.

Intanto, l’incontro con Umberto Bossi in programma ieri sera è stato rimandato, a causa di un intervento chirurgico a cui sarebbe stato sottoposto il leader del Carroccio.

Sull’economia italiana, Berlusconi ha risposto negativamente ai giornalisti che gli avevano chiesto se gli altri leader europei avessero chiesto chiarimenti sullo stato dei conti pubblici italiani, limitandosi a rassicurare i giornalisti sulla solidità dell’economia del Bel Paese: “non dimentichiamoci che siamo la terza economia europea; il secondo paese manifatturiero; abbiamo un sistema bancario solidissimo; il 75% delle famiglie italiane possiede la casa in cui abita; abbiamo una bilancia dei pagamenti positiva; abbiamo un sistema pensionistico correlato all’incremento dell’età media e siamo detentori di oltre il 60% del nostro debito pubblico”.