Si è riunito il movimento Lameziaenonsolo criticando la smemoratezza del sindaco durante la conferenza stampa. D’accordo su PSC a Gennaio

francesco_grandinetti

Infatti il movimento, incurante delle conseguenze politiche a cui poteva incorrere come ad esempio  confondere il salvataggio della città con il salvataggio di una giunta per la quale è sempre stata in opposizione costruttiva, ha votato il bilancio che ha permesso tutto ciò che di buono è avvenuto dopo. Il consigliere Benincasa a proposito di ciò si è amareggiato che durante la conferenza stampa dove il sindaco ha evidenziato le “tante cose fatte” non abbia per niente fatto menzione “della nostra responsabilità di concittadini, prima che di politici, che hanno guardato al bene della città anziché alla becera politica”.
Infatti con il dissesto moltissimo di quello enunciato non si sarebbe potuto fare. Vogliamo parlare dei 14 lavoratori a cui è stato firmato il contratto a tempo determinato? Vogliamo parlare dello scorrimento di graduatoria delle 11 nuove unità? vogliamo parlare dei buoni libro? Del mantenimento del contributo per le mense scolastiche? E l’adozione del piano spiaggia si sarebbe fatto se fossimo andati a casa? Continuando sulla conferenza stampa del Sindaco il Presidente Grandinetti “non ho capito cosa abbia voluto dire il Sindaco quando dice  di approvare il piano strutturale stralciando la parte relativa alle nuove urbanizzazioni e limitandosi alle norme sul recupero degli attuali centri abitati!? Vuol dire non aver capito la filosofia del PSC. La perequazione è l’elemento cardine del piano, piaccia o non piaccia, e la perequazione la si può fare solo approvando le manifestazioni di interesse. E chi si prende la responsabilità di stralciarle dopo avere illuso sul possibile sviluppo gli  imprenditori, i proprietari e con essi i lavoratori (muratori, manovali, artigiani, carpentieri, enonsolo)  del comparto? Mai come in questo momento sono contento di essere presidente del consiglio infatti solo così sono certo di portare  il Piano strutturale in consiglio comunale entro la fine del mese per come promesso; poi ogni consigliere, gruppo, partito, farà la propria scelta se approvarlo o no e si assumerà la relativa responsabilità verso i cittadini ormai ridotti alla fame. Io non mi  lascerò condizionare su questo punto e non lascerò ad altri nella prossima amministrazione di decidere il destino di Lamezia che oggiAggiungi un appuntamento per oggi è, per poco e da poco,  anche nelle nostre  mani. Solo approvandolo adesso con regole certe  si può veramente dare un limite serio al consumo del suolo e spingere ad adeguare sismicamente le case del centro storico e del centro abitato.  Alla fine dell’incontro ci si è dati appuntamento per fine settimana  prossima per definire tutte le linee programmatiche del nostro movimento intoccabili  per sottoporlo ad Aggregazione Democratica e dare il via alla campagna elettorale per le primarie.