Sottoscritto un importante protocollo di intesa tra Regione e Guardia di Finanza

CATANZARO – Siglato l’accordo tra Regione e Guardia di Finanza per rafforzare le azioni di controllo sull’utilizzo delle risorse erogate dall’UE con il POR FESR FSE e il PSR 2014-2020
Prosegue la sinergia tra Regione Calabria e Guardia di Finanza per rafforzare le azioni a tutela della legalità relativamente all’utilizzo delle risorse erogate dall’Unione Europea. Alla Cittadella regionale il Presidente della Regione Mario Oliverio e il Comandante regionale della Guardia di Finanza della Calabria, Generale di Divisione Fabio Contini, hanno sottoscritto un protocollo di intesa per il coordinamento dei controlli e dello scambio di informazioni in materia di finanziamenti erogati nell’ambito del POR FESR FSE 2014-2020 e PSR 2014-2020, coprendo una spesa comunitaria di ben 3,4 miliardi di euro.
Si rinnova anche per il nuovo ciclo di programmazione dei fondi comunitari, di fatto, la cooperazione interistituzionale tra la Guardia di Finanza e la Regione voluta, nel rispetto delle competenze e delle funzioni assegnate dall’ordinamento vigente, al fine di migliorare l’efficacia complessiva dei controlli e delle strategie antifrode, soprattutto in chiave di prevenzione dei fenomeni illeciti.
L’accordo aumenta significativamente la sfera di azione della precedente intesa sulla programmazione 2007-2013 poiché ricomprende anche il FEASR 2014-2020 e prevede la possibilità di accesso della Guardia di Finanza ai relativi Sistemi Informativi Unitari (SIURP, SIAN) di censimento delle operazioni cofinanziate con i fondi SIE; tali sistemi informatici, in esecuzione della regolamentazione comunitaria 2014-2020, sono stati implementati con l’inserimento degli atti amministrativi/contabili/di controllo relativi a tutte le operazioni finanziate dall’amministrazione regionale che, pertanto, saranno direttamente visionabili dalla Guardia di Finanza.
La Regione e la Guardia di Finanza assumono l’impegno reciproco di garantire lo scambio di informazioni e dati utili all’esecuzione dei controlli e alla individuazione di comportamenti penalmente rilevanti nella realizzazione delle operazioni finanziate con i fondi comunitari.
Sono previsti, inoltre, interventi formativi congiunti che riguardano i provvedimenti di concessione di sovvenzione e appalti relativi alle erogazioni di contributi e lo scambio di conoscenze in relazione alle frodi a carico dei fondi europei con lo scopo di diffondere la cultura della prevenzione.
“Si realizza con questo accordo – ha affermato durante la sigla il Comandante regionale della Guardia di Finanza della Calabria, Generale di Divisione Fabio Contini – un momento istituzionalmente importante che consente di razionalizzare lo scambio di informazioni, che deve essere costante e pregno di contenuti, per massimizzare la nostra capacità di recupero delle risorse, da mettere poi a disposizione della Regione, consapevoli del fatto che se spese bene siano fondamentali per la crescita del territorio”.
“Rafforziamo con il protocollo d’intesa le azioni di cooperazione interistituzionale con la Guardia di Finanza – ha dichiarato il Presidente Oliverio – per migliorare l’efficacia complessiva dei controlli e per prevenire un uso distorto e illecito delle risorse comunitarie perché è nostro obiettivo prioritario che vengano spese bene, in direzione dello sviluppo della Calabria e a sostegno di un’economia sana.”