Speranza: “ora adottiamo il Piano Strutturale. Non facciamo perdere il vantaggio competitivo della nostra città”

sindaco-speranza

Riepilogando le opere pubbliche realizzate nel corso del 2014 (Lungomare, Piazza Mazzini, avvio dei lavori del nuovo palazzetto dello sport),  Speranza ha evidenziato l’impegno del Comune di Lamezia sul fronte delle politiche sociali “con un intervento di quasi 338mila euro destinati alla lotta alla povertà che ha riguardato quasi 400 nuclei familiari e contributi diretti del Comune per gli affitti, visto che in questi anni sono venuti meno i finanziamenti della Regione”.
Sul fronte delle opere pubbliche, il primo cittadino ha annunciato che partiranno a breve i lavori per il parco urbano dell’acqua e il campo polivalente che sorgeranno nel Parco intitolato a Peppino Impastato, già valutato dalla Commissione U.E. come un modello positivo di utilizzo dei fondi europei.
Da Gianni Speranza un appello accorato a tutto il consiglio comunale, a partire dai consiglieri di maggioranza, ad adottare il Piano Strutturale Comunale in tempi brevi. “Se questo consiglio comunale adotta il Psc, si dà un sostegno forte alla vita economica e sociale della nostra città”, ha spiegato il Sindaco ribadendo che “Lamezia è stata tra le prime città in Calabria ad affidare ai progettisti l’incarico di redazione del piano strutturale e in questi anni abbiamo fatto di tutto perché il documento urbanistico fosse il più possibile un lavoro condiviso e partecipato da tutti i portatori di interesse e da tutti i cittadini. E’ possibile anche trovare un punto di sintesi stralciando la parte relativa alle nuove urbanizzazioni e limitandosi alle norme sul recupero degli attuali centri abitati. Non arrivare almeno all’adozione in questi ultimi mesi di consiliatura, significherebbe sprecare un’occasione storica per la città”
Il Sindaco Speranza ha infine richiamato l’attenzione del governo nazionale sul carcere di Lamezia: “il sottosegretario alla giustizia ci aveva assicurato il suo impegno sulla questione del carcere di Lamezia. Non abbiamo avuto alcun segnale e oggi l’istituto penitenziario è stato sgomberato. Ci auguriamo con il nuovo anno di riaprire l’interlocuzione con il ministero per non privare la nostra città di una struttura penitenziaria che può avere fondamentale funzione regionale”