Straordinaria e toccante testimonianza di Jocelyne Khoueiry nella sede di Labor: i veri valori come principio base della vita di comunità

khou-labor_400

Il pensiero di Jocelyne, che attraverso i centri da lei fondati aiuta tante donne e famiglie libanesi, è in particolare per le donne: “Le donne sono chiamate a riscoprire la loro vocazione mettendosi in ascolto della Parola del Signore“. Tra i relatori intervenuti all’incontro, la Responsabile della Consulta Donne di Labor Lamezia, Rosalba Chiefalo e il portavoce del  Movimento, Pasquale Scaramuzzino. Presente, anche Mario Villani, responsabile dell’Osservatorio per le Comunità cristiane in Medio Oriente, che, da poco ritornato dal Libano, ha portato la sua esperienza personale incentrandosi sulla drammaticità vissuta da un paese e di un popolo abituato, ancora oggi, a sopportare eroicamente i ripetuti tentativi di genocidio perpretati nei suoi confronti.
Soddisfazione da parte di  Pasqualino Ruberto, per il quale “la città di Lamezia anche in questi tempi difficili ha bisogno di confrontarsi con testimoni come Jocelyne che diffondono il messaggio del Vangelo, promuovendo la speranza e la pace“.
Per Alessandro Cordiano, invece, “l’esempio di Jocelyne sia prova pratica di una possibilità di cambiamento e di maturazione che induca la comunità, i suoi rappresentanti e chi si batte per il proprio territorio, a riscoprire i profondi valori morali della cristianità nella quotidianeità delle proprie azioni per lo sviluppo sociale, civile e morale della polis: passione, lealtà, nobiltà d’animo, onestà intellettuale, correttezza, assistenza, dignità degli individui, libertà e bene comune”.