Trasferimento Ministeri, a Milano soltanto sedi di rappresentanza

ROMA – Uno dei punti fermi della , emerso con prepotenza dal vertice di è costituito dall’intenzione di trasferire i da Roma a Milano. Un atto incomprensibile per l’opposizione, che invita il governo a concentrarsi sulle manovre economiche per ridare slancio al Paese. L’ordine del giorno presentato alla camera sul Dl Sviluppo, proprio riguardo il trasferimento dei ministeri,  firmato dal capogruppo del è stato accolto dal governo.

Il testo presentato alla Camera dalla maggioranza cita:“nel pieno rispetto del principio della unicità della sede delle funzioni di governo e dell’articolo 114 della Costituzione che assegna a Roma lo status di capitale, il governo può istituire, nell’ambito di ciascun ministero sedi di rappresentanza operative  in altre aree del territorio.

La Lega insiste non arretrando il proprio punto di vista sul trasferimento dei ministeri. Il leader del Carroccio Umberto Bossi, mostra tranquillità: “bisogna fare un passo alla volta, non si può avere tutto subito”.  avrebbe trovato una soluzione che potrebbe accordare le parti in causa, secondo il quale “al Nord verrebbero trasferite soltanto le sedi di rappresentanza”.  La soluzione potrebbe per il momento contentare la Lega, per poi rilanciare in futuro.