Settembre 20, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Premier League: Raul Jimenez: “I medici mi hanno detto che era sopravvissuta al miracolo”

aggiornato

18/08/2021 –
09:29

WLUna delle buone notizie portate dalla prima giornata della Premier League inglese il è tornato Nella competizione ufficiale Registrato da Raul Jimenez. I lupi hanno sofferto in avanti frattura del cranio Lo scorso novembre si è miracolosamente ripreso. Il messicano ha parlato, in un’intervista con guardiano, Sul suo grave infortunio e rivela che i medici Gli dissero che era un miracolo che fosse sopravvissuto al duro colpo Ha sofferto nella testa in Scontro con David Luiz..

“I medici hanno detto che era un miracolo”, ricorda Jimenez, riferendosi alle prime conversazioni con i chirurghi che lo hanno operato. “Il suo cranio era rotto e c’era dell’emorragia nel cervelloQuindi l’intervento doveva essere rapido. È stato un ottimo lavoro da parte dei medici”.

Non ricordi niente di quello che è successo

L’operazione è stata un successo, ma poi sono arrivate alcune notizie difficili. I medici gli hanno detto che potrebbe non essere mai in grado di riprendere la sua carriera. “Fin dal primo momento sono stato informato dei pericoli. Devono dirti la verità e devi accettarla. La frattura del cranio ha richiesto un po’ più di tempo di quanto ci aspettassimo per guarire, ma È un miracolo essere qui“.

lupi attaccante Ha vaghi ricordi del momento il giorno in cui ti sei fatto male. “Ricordo che siamo arrivati ​​allo stadio, ho lasciato le mie cose negli spogliatoi, sono uscito con i miei compagni per vedere il campo e poi sono tornato negli spogliatoi, e dopo sembrava che le luci si fossero spente. Non ricordo altro. Ricordo la prima volta che mi sono svegliato in ospedale e ricordo alcune altre cose dell’ospedale, ma niente è veramente chiaro”.

READ  Besiktas - b. Dortmund: partita del girone di calcio

Jimenez è andato 10 giorni in ospedale prima di tornare a casa. Ha anche avuto l’opportunità di vedere come è stato il colpo di stato con David Luiz. “Ho chiesto al dottore di inviarmi video da diversi lati del campo. Per me è stato come se non fosse mai successo perché non ricordo“.

È stato un lungo recupero ei medici erano pienamente consapevoli di tutto ciò che l’aggressore poteva e non poteva fare. “Ero come il miglior giocatore del mondo, correvo sopra tutti gli altri perché nessuno poteva entrare. La parte più difficile è stata l’ultimo mese della scorsa stagione. Mi sentivo pronta, ma la decisione dei chirurghi fu che il mio cranio non si era completamente ripreso. Questo è qualcosa che non puoi sentire. Pensi di essere pronto, ma non lo sei”.

1 legato con protezione per la testa, per ora

Per precauzione, i Lupi limitano ancora il numero di teste che fanno in pratica. “Solo per altri due mesi”, ha aggiunto Jimenez. Nella prima partita del Primo Ministro, Lo ha indossato e non ha mai rinunciato alla sfida di testare il pallone contro il Leicester E mentre stava facendo, ha combattuto ogni palla come se fosse l’ultima.

“È stato bello tornare”, ha detto Jimenez, esprimendo il suo apprezzamento per l’accoglienza dei fan e anche dei concorrenti. “La maggior parte dei giocatori del Leicester è venuta da me, tipo Vardye Madisone costumista per dirmi che era Sono onorato di essere lì a giocare con me al mio primo ritorno. Mi sono trovata bene a riguardo”.