Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pulpito dell’Avana

Cuba ha rispettato il suo impegno di eliminare il consumo e l’importazione di idroclorofluorocarburi (HCFC) di oltre il 35%, in linea con gli impegni del paese al Protocollo di Montreal.

Lo ha rivelato durante la celebrazione della Giornata internazionale per la protezione dello strato di ozono, il 16 settembre, svoltasi in questa capitale alla presenza della rappresentanza di enti e organizzazioni che hanno collaborato per realizzare l’impegno a preservare lo strato di ozono . – Si chiama lo scudo vitale.

Il capo del Gruppo Cubanergia Ozone, affiliato all’Agenzia per l’Energia Nucleare e le Tecnologie Avanzate (AENTA), Dr. Nelson Espinosa, ha confermato che l’attuazione dell’Emendamento di Kigali, ratificato dal Paese caraibico, sta procedendo positivamente.

Il Dr. Nelson Espinosa, Presidente del Kopaenergia Ozone Group, ha evidenziato l’impatto positivo delle azioni dell’isola per proteggere lo strato di ozono e mitigare il cambiamento climatico. immagine: Lysette Martin

Passando alle altre realizzazioni di impatto, l’esperto ha affermato che viene preservato lo smaltimento di molte sostanze come i CFC nel settore della refrigerazione e del condizionamento, oltre ad altre sostanze come il bromuro di metile nella fumigazione, il cloroformio di metile e il tetracloruro di carbonio, mentre il refrigerante 141 viene rimosso B. .

Espinosa ha osservato che, nell’ambito delle misure attuate tra il 2021 e il 2022, vi è il riconoscimento nazionale concesso dal Ministero della Scienza, Tecnologia e Ambiente (CITMA) ai 31 enti che hanno completamente abolito l’uso di sostanze dannose per l’ozono (comprese quelle gratuite di sostanze nocive per l’ozono). HCFC).

In seguito ha fatto riferimento all’aggiornamento e all’apertura del Sistema armonizzato di codici di identificazione per ODS, HFC e loro alternative. L’inizio della sua attuazione è stato il 1 gennaio di quest’anno.

READ  Si conclude la 30a Fiera del Libro dell'Avana

Allo stesso modo, il lavoro degli specialisti dell’ozono è mantenuto in ciascuna delle province cubane, al fine di estendere le misure di protezione all’intera geografia nazionale.
Inoltre, il sistema di licenze di importazione ed esportazione ODS è stato approvato nell’ambito della risoluzione sui prodotti chimici.

Nelson Espinosa ha preso atto del soddisfacente completamento del progetto con il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) per la completa eliminazione degli HCFC nel settore delle schiume di poliuretano rigido, che ha consentito la riconversione di cinque stabilimenti del Ministero dell’Industria utilizzando tali schiume. Il refrigerante 141b è stato completamente eliminato completamente in tutto il paese.

Il Vice Rappresentante Residente del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo a Cuba, Ivan Zverjanovsky, ha sottolineato l’importanza di quest’anno, che segna il 35° anniversario dell’esistenza del Protocollo di Montreal, uno degli accordi ambientali di maggior successo al mondo che ha stabilito per rimediare a una delle più grandi minacce mai affrontate dall’umanità: l’esaurimento dello strato di ozono.

Il Vice Rappresentante Residente del Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo a Cuba, Ivan Zverjanovsky (a destra), condivide i vincitori del concorso per la protezione dello strato di ozono). immagine: Fidel Rodríguez

Dopo aver notato che il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite ha rappresentato una grande opportunità per tenere il passo con gli sforzi nazionali per eliminare le sostanze dannose per l’ozono, Zverjanovsky ha osservato che Cuba sta portando avanti il ​​suo piano per eliminare gli HCFC e l’obiettivo è raggiungerlo pienamente entro il 2030.

Ha preso atto delle prestazioni del gruppo sull’ozono a favore del rafforzamento delle conoscenze sull’impatto negativo delle sostanze che riducono l’ozono, in particolare sulla salute umana, e su come promuovere corsi di buone pratiche per i tecnici del settore della refrigerazione e del condizionamento dell’aria.

READ  La rivolta del Kazakistan lascia molti morti; Il governo chiede aiuti militari e descrive i manifestanti come "terroristi"

Infine, ha ribadito l’impegno del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite a continuare ad accompagnare la nazione caraibica su queste e altre questioni che contribuiscono allo sviluppo sostenibile e a combattere gli effetti dei cambiamenti climatici.

Lo specialista dell’Istituto di meteorologia (INSMET), il dottor Juan Carlos Pelaez, ha svolto la sua solita tesi sul buco nello strato di ozono e sulle misurazioni dell’ozono a Cuba.

Durante la cerimonia tenutasi nella Sala degli Ambasciatori dell’Hotel Habana Libre della capitale, sono state incoraggiate le entità senza ODS, oltre a onorare i vincitori del Concorso Virtual From Home per la protezione dello strato di ozono, un concorso in cui i bambini e gli adolescenti dell’Avana hanno partecipato.

Guarda anche:

Lo strato di ozono è trattato e apprezzato dalle nuove generazioni