domenica, Giugno 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Questi sono i lavori in cui l’intelligenza artificiale avrà l’impatto maggiore, come mostrato nel grafico

  • I settori finanziario e informatico avranno l’impatto maggiore con l’integrazione dell’intelligenza artificiale

  • Industrie manifatturiere e di filiera, quelle che avranno il minor impatto

Qualche giorno fa OpenAI e Google ci hanno mostrato nuove funzionalità per la conversazione in tempo reale e il riconoscimento degli oggetti. Questi miglioramenti non lasciano dubbi sulle potenzialità di questa tecnologia e Il suo impatto sarà su tutti gli aspetti della vitaCompreso il mercato del lavoro.

La precedente generazione di ChatGPT aveva già avuto un impatto significativo in alcune funzioni, poiché veniva utilizzata per automatizzare processi come la generazione di report, documenti legali, contratti, analisi dei dati o assistenza nella programmazione.

Intelligenza Artificiale: alleata o sostitutiva dell’uomo

Una delle maggiori preoccupazioni sollevate dall’intelligenza artificiale è se riuscirà a sostituire gli esseri umani nel prossimo futuro, facendogli perdere il lavoro. In seguito a questo interesse sono emersi diversi studi che hanno analizzato questo fenomeno L’impatto dell’intelligenza artificiale in diversi settori industriali.


Uno di questi studi eraI lavori di domani: affascinanti modelli e funzioni linguisticipredisposto dall’organizzazione Forum economico mondiale In collaborazione con la società di consulenza Accenture. Per rendere i dati di questo report più chiari e facilmente interpretabili è stato utilizzato il portale Visualcapitalist.com Ha creato una grafica molto illustrativa.

Lavori in cui l’intelligenza artificiale avrà il maggiore impatto Fonte: www.visualcapitalist.com

Il grafico mostra quali settori industriali subiranno il maggiore impatto dell’intelligenza artificiale sulle loro operazioni. Per determinare l’impatto, studia Forum economico mondiale Ha valutato più di 19.000 compiti in 867 occupazioni in vari settori industriali.

READ  L’adozione della blockchain non si ferma

Ciò li ha aiutati a determinare il grado in cui i LLM (modelli linguistici di grandi dimensioni) hanno influenzato le prestazioni in tale compito. Se si considera che l’intelligenza artificiale può interferire in qualche modo con questo compito, allora… La necessità della partecipazione umana a questa performance. Ad esempio, un’IA potrebbe essere in grado di redigere un contratto commerciale tra due parti, ma entrambe le parti dovrebbero negoziare i termini e trasferirli al modello AI per includerli nel contratto.

In base al grado di automazione di queste attività, lo studio ha determinato la percentuale di impatto e ha classificato le attività completamente automatizzate come ad “alto impatto”. Le attività in cui l’automazione richiede ancora lavoro umano sono classificate come a “piccolo impatto”. La valutazione “Nessun impatto” si riferisce a quei casi in cui l’IA difficilmente verrà utilizzata come supporto o non sarà possibile applicare tale automazione a causa dell’elevata componente manuale del compito.

Settori più sensibili all’intelligenza artificiale

In questo contesto, i settori con il maggiore impatto dell’intelligenza artificiale saranno le industrie manifatturiere. Informatica e finanzacon un impatto rispettivamente del 73% e del 70% per le attività altamente automatizzate.

Solo il 26% delle attività svolte nel settore IT non avrà un impatto significativo con l’arrivo dell’IA. Nel settore finanziario la percentuale di compiti con scarso impatto sull’intelligenza artificiale scende al 21%. Solo l’1% delle attività nel settore IT sarà libero dall’influenza dell’intelligenza artificiale. Partiamo dal presupposto che qualcuno dovrà preparare il caffè in futuro e probabilmente sarà un essere umano. A questo punto, il settore finanziario sta facendo la differenza, distinguendosi con il 9% delle attività che non saranno influenzate dall’impatto dell’IA.

READ  Bex, una capra robot Kawasaki per il trasporto di persone e cose

Analizzando i dati dello studio possiamo determinare che un esempio di professione più vulnerabile all’automazione attraverso i modelli di intelligenza artificiale è la professione Analista del credito e delle verifiche. Questi lavori mostrano un tasso di automazione fino all’88% delle loro attività.

I tecnici forensi, invece, registrano che il 58% dei loro compiti sono automatizzati dall’intelligenza artificiale, ma sono compensati dal 37% dei loro compiti in cui l’intelligenza artificiale non ha alcuna influenza, quindi la presenza umana rimane essenziale, anche se la sua produttività raddoppierà.

Umani + AI: la formula magica per la produttività

Qualcosa di simile è ciò che accade in settori come quello delle vendite o delle operazioni, dove pur presentando valori rispettivamente del 67% e del 65%, compensano il 17% dei compiti che, almeno per ora, l’intelligenza artificiale non può svolgere. .

Ciò significa che in questi settori nei prossimi anni si registrerà un notevole aumento della produttività dei dipendenti Smetteranno di prestare attenzione ai compiti più di routinee si concentrerà solo sui compiti che l’intelligenza artificiale non può svolgere.

Un quadro più complesso si delinea per i settori delle risorse umane, del marketing e della consulenza legale. L’intelligenza artificiale avrà comunque un impatto significativo in termini di piena automazione (tra il 57% e il 46%) e svolgerà molti compiti accessori con light analytics (tra il 41% e il 50% dei compiti).

Mantiene però una piccola percentuale, compresa tra il 2% e il 4%, in cui la presenza umana è essenziale. Ciò significa una riduzione della forza lavoro in questi settori, ma data la loro importanza strategica, molti posti di lavoro verranno preservati.

READ  Se vuoi un cellulare buono ed economico, la fascia media del 2022 è una chicca per te.

Il settore che subirà il minor impatto dell’intelligenza artificiale sarà la catena di fornitura e il settore manifatturiero. Lo studio mostra che, sebbene il 43% dei processi possa essere automatizzato, c’è ancora il 39% dei compiti che l’intelligenza artificiale non sarà in grado di svolgere.

A Chataka | GPT-4o: cos’è e in cosa differisce da GPT-4

Immagine | visualcapitalist.com

Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles