Settembre 20, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questi strumenti ti aiuteranno se vuoi “nasconderti da Internet”

CITTÀ DEL MESSICO. – Attualmente, quasi tutti noi abbiamo più di due account sui social network, alcuni per problemi di lavoro sono costretti ad avere un account in tutti i social network finora disponibili ma non solo, ora devi creare account se vuoi acquistare o abbonati al servizio di videogiochi.

Quindi, molti utenti si chiedono dove sono stati creati gli account durante quel periodo in modo da poterli eliminare. Le ragioni sono varie e potrebbero includere il voler lasciare i contenuti che hanno creato in giovane età, controllare la propria impronta digitale o smettere di ricevere e-mail da pagine che non utilizzano più.

Per questo motivo, esistono una serie di metodi e strumenti per trovare, accedere ed eliminare questi account e non doversi più preoccupare di loro a seconda che l’utente sappia o meno dove è stato creato l’account o utilizzi un gestore di password.

Noi raccomandiamo: Come eliminare l’intero profilo Facebook

Ricordo il mio account

In primo luogo, se l’utente conosce e ricorda il servizio o il web in cui ha creato un account che vorrebbe eliminare, ci sono diversi strumenti che lo individuano senza alcun processo complicato: Account Killer e Just Delete Me includono un motore di ricerca . ed eliminarlo.

Trovando la pagina in cui l’utente ha creato l’account, Account Killer fornirà informazioni passo passo su come eliminarlo e, in alcuni casi, link per arrivare al metodo di cancellazione il prima possibile. Just Delete Me funziona allo stesso modo, ma aggiunge una valutazione su quanto sia difficile eseguire questo processo.

Se sembra impossibile completare il processo, nonostante tutto, Data Requests ha un Data Request Generator che genera uno script per effettuare una richiesta di cancellazione dell’account, tra gli altri servizi.

READ  AMD e MSI lanciano nuovi laptop con CPU Ryzen serie 5000 in Cile

In caso contrario, puoi contattare tu stesso la società che ospita l’account e richiederne la cancellazione, facendo riferimento al diritto alla cancellazione di cui all’articolo 17 del Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD) dell’Unione europea (UE).

Noi raccomandiamo: 9 dati che devi eliminare da Facebook

Non so dove ho il mio account

Se, a differenza di quando si utilizza Account Killer e Delete Me, ciò che viene ricordato è un’e-mail e non i siti Web in cui sono stati creati gli account, esistono una serie di modi per trovarlo e quindi utilizzare tali risorse.

Innanzitutto, sebbene non sia una risorsa per cui è stata creata, la ricerca di frasi e parole chiave nella posta in arrivo e lo spam per “e-mail” può essere più efficace di quanto sembri.

Quando crei un account, accedi più volte ai siti Web originali per inviarti comunicazioni commerciali, informazioni su aggiornamenti, eventi, problemi, nuovi prodotti, chiarimenti sull’account stesso…o, semplicemente, trovare la prima email di creazione dell’account.

Grazie a questo, puoi trovare account che non sospettavi cercando e-mail che indicano frasi e parole chiave in spagnolo, inglese e altre lingue come “registrazione”, “nuovo account” e “conferma”E-mail“” o “email”, “verifica email”, “registrazione”, “attivazione account”, “password”, “benvenuto”, “prova gratuita” …

Allo stesso modo, puoi cercare il nome della persona speciale e scorrere pazientemente le vecchie email. Se i nomi utente vengono ricordati, possono anche essere inclusi per migliorare la ricerca o trovarli su siti Web come Namechk e Knowem? Indica le piattaforme social in cui esiste già un account con quel nome e quindi controlla se quell’account sei tu.

Per continuare a trovare informazioni sull’account, è possibile modificare l’intento originale di filtrare i siti web. Siti come Have I Been Pwned o Avast Hack Check hanno la funzione di informare se alcuni dati dell’account associati a un indirizzo e-mail sono stati trapelati o se sono a rischio, il che potrebbe fornire indizi sulla loro posizione.

READ  Steam Deck utilizzerà Arch Linux invece di Debian

Se stai cercando di fare una ricerca più completa o se non riesci a trovare più informazioni in questi modi, puoi rivolgerti a una varietà di diversi motori di ricerca e algoritmi di ricerca per trovare gli account.

Il trucco è cercare le stesse informazioni su Google, Bing, Ecosia, Yandex, Duckduckgo, Gibiru … o qualsiasi altro motore di ricerca, perché risultati diversi offrono la possibilità di trovare le informazioni che stai cercando. Un buon trucco è anche cercare l’utente tra virgolette doppie (“utente”) in modo che il motore di ricerca restituisca risultati che corrispondono esattamente ad esso.

Ho usato un gestore di password

Molti utenti hanno l’abitudine di utilizzare un password manager (in inglese “password manager”). Questi sistemi consentono di salvare in un elenco i nomi utente con i siti Web associati e le rispettive password.

I browser stessi salvano le password per molti account, il che ti aiuta a trovarle. Google Chrome ha un’icona a forma di chiave quando fai clic sul profilo in alto a destra dove è stato salvato, Firefox lo inserisce nell’elenco in alto a destra in Login e password e Safari lo mantiene in Password, dal menu Preferenze.

In Edge basato su Chromium, devi fare clic su Impostazioni avanzate, andare su Privacy e servizi e andare su Gestisci password per visualizzare gli account e le loro password. In tutti questi casi non è sufficiente eliminare l’account del browser, ma è necessario recarsi sul servizio stesso ed eseguire la sua procedura di rimozione.

Prendersi cura dei propri conti per il futuro

Qualsiasi senno di poi su Internet che è stato utilizzato per trovare le informazioni mancanti dovrebbe portare gli utenti a pensare a come evitare che la stessa cosa accada di nuovo in futuro.

READ  Streamer DrLupo firma un accordo esclusivo con YouTube Gaming

Nonostante il diritto all’oblio su Internet e le possibilità di cancellazione, la rete ha dimostrato che le ramificazioni delle informazioni e la pratica dei motori di ricerca di indicizzare le informazioni senza assumersi la responsabilità dell’origine del contenuto rende talvolta quasi impossibile questa opzione.

Pertanto, è positivo per le persone monitorare da vicino gli account che creano su vari siti Web per evitare problemi inutili in futuro o per cancellare informazioni di cui potrebbero pentirsi in pochi anni.

I gestori di password di cui sopra possono essere un buon modo per tenere traccia di ciò che viene fatto, ma è anche possibile creare elenchi da conservare nel cloud, nella posta stessa e persino su carta.

Qualsiasi metodo è valido purché sia ​​nota l’esistenza degli account e i metodi siano in grado di eliminarli in futuro.