Dicembre 2, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Radio Havana Cuba | Gli scienziati avvertono che la Terra potrebbe sviluppare anelli come quelli di Saturno, ma sono fatti di spazzatura spaziale

rifiuto spaziale

24 novembre – In una recente intervista con The Salt Lake Tribune, Jake Abbott, professore di robotica presso l’Università dello Utah (USA), ha affermato che i detriti spaziali in orbita attorno al nostro pianeta potrebbero crescere fino a formare anelli simili nell’aspetto a Saturno.

“La Terra sta per formare i suoi anelli”, ha detto Abbott. “Sarà solo spazzatura”.

I detriti spaziali, noti anche come “detriti”, sono un tipo di inquinamento causato dalle attività umane ed è diventato un problema sempre più serio a causa dell’aumento del turismo spaziale, delle missioni spaziali e del lancio di nuovi satelliti.

La NASA sta attualmente monitorando più di 27.000 pezzi di detriti orbitali, sebbene ci siano molti detriti nell’ambiente spaziale vicino alla Terra che sono troppo piccoli per essere tracciati, ma abbastanza grandi da minacciare il volo spaziale umano e le missioni robotiche.

“Poiché sia ​​i detriti che i veicoli spaziali viaggiano a velocità estremamente elevate (circa 25.000 km/h in un’orbita terrestre bassa), l’impatto anche di una piccola porzione di detriti orbitali su un veicolo spaziale può causare grossi problemi”, osserva l’agenzia, che stima che sono mezzo milione di detriti delle dimensioni di Marmo e circa 100 milioni di altri delle dimensioni di un millimetro.

Negli ultimi anni, astronomi e ingegneri hanno cercato un modo per risolvere questo problema. Lo stesso Abbott è coautore di uno studio pubblicato il mese scorso su Nature, in cui lui e il suo team hanno presentato una nuova soluzione: l’uso dei magneti.

Non tutta la spazzatura spaziale è in metallo, quindi usare i magneti per spostarla e alla fine raccoglierla potrebbe sembrare impossibile. Tuttavia, Abbott spiega che i detriti orbitali non magnetici possono condurre elettricità e, se sottoposti all’influenza di un magnete, inizieranno a ruotare e ad attivare le cosiddette correnti parassite, un fenomeno elettrico che a sua volta genera il proprio campo magnetico. .

READ  Le migliori offerte per rinnovare il tuo abbonamento a Nintendo Switch Online questo Black Friday

Secondo l’esperto, ciò consentirà l’uso di forza e coppia controllate per rallentare, spostare e raccogliere oggetti.

“Fondamentalmente, abbiamo creato il primo raggio traente al mondo”, ha detto Abbott. (tratto da RT)