Febbraio 9, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Radio L’Avana Cuba | Catturano un presunto assassino nell’Amazzonia brasiliana

BRASILIA, 21 dicembre (RHC) – La polizia federale brasiliana ha arrestato martedì la presunta mente degli omicidi del giornalista inglese Dom Phillips e dell’indiano Bruno Araujo lo scorso giugno in Amazzonia, dopo averlo dichiarato latitante.

Secondo le informazioni diffuse dalla polizia pakistana, è stato arrestato un latitante noto come “Columbia”, accusato di guidare un’associazione criminale dedita alla caccia illegale.

Una fonte della polizia ha sottolineato: “Vale la pena notare che (il prigioniero) è anche accusato degli omicidi di Bruno Pereira Araujo e Dom Phillips, e le indagini sono ancora in corso”.

Il sospettato era stato posto sotto sorveglianza lo scorso ottobre, dopo aver pagato la cauzione e aver limitato i movimenti all’interno della città di Manaus, con una cavigliera elettronica.

“La sua carcerazione è stata nuovamente disposta dal giudice federale a Tabatinga”, dicono le forze di sicurezza, nella parte di confine condivisa da Brasile, Perù e Colombia perché non ha rispettato le condizioni imposte per la sua liberazione.

Secondo le autorità, l’alias Columbia verrà inserito nel sistema penale e chiederanno che venga trasferito in un carcere federale di massima sicurezza per impedire una nuova evasione.

La polizia ha anche comunicato in diversi momenti che l’identità dell’interessato non è ancora del tutto chiara, perché durante le indagini ha mostrato inizialmente un documento peruviano, ma aveva con sé anche un altro documento brasiliano.

Per questo motivo è stato arrestato e la polizia ha chiesto di identificare il nome di Rubén Dario da Silva Villar, cittadino colombiano, ma anche questo dato non è stato del tutto verificato.

La Colombia è stata collegata alla morte di Phillips e Araujo da alcuni testimoni e dalle confessioni di due dei sette imputati nel caso. (Fonte / Telesur)

READ  Il rapporto afferma che i 10 più grandi eventi meteorologici estremi nel 2021 sono costati al mondo più di 170 miliardi di dollari