Gennaio 31, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ramaphosa cerca la rielezione a leader dell’African National Congress in Sudafrica

Primo emendamento:

JOHANNESBURG (AFP) – Il partito al governo del Sudafrica, l’African National Congress, ha votato domenica per scegliere il suo nuovo leader, e il presidente del paese, Cyril Ramaphosa, dovrebbe essere il candidato preferito, nonostante il suo coinvolgimento nello scandalo.

All’incontro di Johannesburg, il leader in carica dell’ANC Ramaphosa probabilmente si assicurerà un secondo mandato come leader dell’ANC nonostante uno scandalo che ha sconvolto la politica del paese dopo che è stato trovato a nascondere ingenti somme di denaro su un divano in una casa di lusso.

Ma Ramaphosa, 70 anni, rimane estremamente popolare e martedì ha interrotto il voto in parlamento per avviare la procedura di impeachment, con la maggioranza dell’ANC che lo ha estromesso.

Anche i suoi critici più feroci ammettono che Ramaphosa è probabilmente sulla buona strada per mantenere la presidenza del partito e vincere un secondo mandato alla guida del paese, se il suo partito vince le elezioni generali del 2024.

“Ramaphosa vincerà e lo sappiamo”, ha detto all’AFP Thami Chamani, 30 anni, uno dei delegati del partito, che si è riunito al centro congressi da venerdì.

Il suo unico rivale, per ora, è l’ex ministro della Salute, 66 anni, Zweli Mkhize.

Circa 4.500 delegati dell’ANC provenienti da tutto il paese voteranno all’incontro di cinque giorni a Johannesburg.

Guardando avanti alle elezioni generali del 2024, secondo molti analisti, il miglior biglietto dell’ANC rimane Ramaphosa.

Tuttavia, le tensioni tra le varie fazioni del partito sono evidenti nella conferenza, durante la quale si sono moltiplicati gli appelli al regime.

Durante il discorso programmatico di Ramaphosa venerdì pomeriggio, dozzine di delegati lo hanno interrotto picchiando sui loro tavoli e facendo il gesto di un mulino a vento con le mani, a simboleggiare la necessità di svolta e cambiamento.

READ  Venerdì i Democratici alla Camera non votano il disegno di legge sulle infrastrutture | Notizie di politica univision