Settembre 20, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Regoleranno il flusso di immigrazione tra Colombia e Panama

9 agosto 2021, 03:46PANAMA, 9 agosto (Prensa Latina) Oggi, le autorità di sicurezza di Panama e Colombia decideranno il percorso e la regolamentazione del crescente flusso migratorio irregolare attualmente in movimento lungo il confine comune, oltre a confrontarsi con i trafficanti di esseri umani.

Dopo i colloqui bilaterali tra delegazioni di alto livello, tenutisi nella città panamense di Metete, i massimi servizi militari e di immigrazione si incontreranno lunedì al porto colombiano di Nicocle, da dove le forze irregolari partono su imbarcazioni per entrare in America Centrale.

Queste misure fanno parte dei recenti accordi tra i due paesi per controllare il flusso di persone che si avventurano attraverso l’aspra foresta di Darien, che entrambi i paesi condividono, dirigendosi da sud a nord con gli Stati Uniti o il Canada come destinazione finale.

A Nicocle, nella provincia colombiana di Antioquia, si concentrano circa 15.000 migranti di diverse nazionalità, in maggioranza haitiani, che stanno cercando di attraversare in barca il Golfo di Uraba per continuare il loro viaggio nella giungla.

La crisi causata dalla massiccia presenza nelle comunità di confine con poche risorse ha richiesto l’attenzione dei governi, che hanno concordato un piano urgente che includeva la regolazione del numero di migranti giornalieri che attraversano per evitare un crollo delle capacità di accoglienza da parte panamense.

Inoltre, controlla e scambia informazioni sui gruppi, crea un percorso attraverso i binari per ridurre i rischi e agire legalmente contro i criminali che aggrediscono i pedoni.

Il vicepresidente colombiano e ministro degli Affari esteri, Marta Lucia Ramirez, e il ministro degli Esteri istmico, Erika Moines, hanno guidato le delegazioni riunite venerdì scorso vicino al confine, per elaborare soluzioni per un corridoio ordinato e sicuro dell’ondata in corso.

READ  Una depressione tropicale unica passa sopra la provincia di Villa Clara - Juventud Rebeldi

“Panama sta facendo la sua parte e accogliamo con favore la volontà della Colombia di sedersi al tavolo dei negoziati. È positivo che questo dialogo continui e che definiamo le responsabilità. Dobbiamo costruire un fronte comune contro questo fenomeno transcontinentale”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro degli Esteri panamense.

L’11 agosto il ministro degli Esteri istmico ha convocato i paesi che compongono la rotta migratoria a un vertice ministeriale alla ricerca di risposte collettive e regionali ai pericoli di questo viaggio non ufficiale diretto dai paesi nordici. Ministro degli Affari Esteri.

La notizia qui pubblicata dai giornali locali dice che da domenica i convogli hanno cambiato rotta verso la cittadina di Acande, anziché Caborgana, entrambe in Colombia, che potrebbero costituire la nuova rotta che le autorità stanno promuovendo.

Parlando alla stampa al termine dell’incontro la scorsa settimana, Ramirez ha sottolineato la necessità di combattere la criminalità organizzata che sta dietro il vasto flusso di immigrazione, che è diventata una delle sue attività redditizie, oltre alla sua partecipazione agli attentati e alle aggressioni su quelli. che avanzano attraverso i sentieri della giungla.

mem / orm