Spazio Domenico Romeo: “Corsico (MI), secondo convegno nazionale criminologi e criminalisti”‘

Sabato 17 Settembre la città di Corsico (MI) sarà l’epicentro nazionale della criminologia italiana.

In pari data, alle ore 14,30, l’ Associazione Nazionale Criminologi e Criminalisti darà il via al secondo convegno ed assemblea straordinaria presso il Polo Scientifico ISF Unised sito alla via L. Da Vinci nr. 05.

In tale location si apriranno i lavori attraverso il tema “Il ruolo del Criminologo e il ruolo del Criminalista. Aspetti legislativi e operativi delle due figure professionali”.

Sul tavolo dei lavori interverrà dapprima la Professoressa Deborah Capasso De Angelis ( Presidente Nazionale Ancrim) ed il Professore Massimo Blanco ( Segretario Generale Ancrim).

A tali prestigiose figure del mondo forense italiano si uniranno le disquisizioni poste da ulteriori figure di elevata caratura professionale, come il  Prof. Avv. Vincenzo Lusa (Penalista e Antropologo), il Gen. Nazzareno Giovannelli (Generale dei Carabinieri), il Prof. Ing. Andreas Melinato (Consigliere Direttivo Ancrim).

Al termine dei lavori, alle ore 16,30, si terrà l’ Assemblea Straordinaria (riservata agli iscritti) che vedrà il seguente ordine del giorno:

1) elezione nuovi membri del Consiglio Direttivo;

2) varie ed eventuali.

E’ doveroso mettere in risalto il rivoluzionario apporto che la predetta Associazione sta fornendo alla scienza investigativa ed al mondo forense in genere, in quanto prima grande organizzazione di selezione, individuazione e differenziazione di due ‘macro-categorie’ che convergono nel mondo della criminologia: i criminologi ed i criminalisti, figure che operano secondo competenze di pertinenza, collaborando su casi nuovi e piste fredde ( i cosiddetti Cold Case) al servizio della giustizia sociale.

Ad oggi, in Italia, l’ Ancrim è la prima grande associazione che mette insieme queste figure attraverso assegnazione di competenze specifiche, sopperendo al vuoto normativo nazionale che   individua il criminologo come figura forense, scientifica, investigativa, di collante agli investigatori e non come una professione.

Il professionismo dell’ Ancrim funge da esempio e da riferimento in una Nazione in cui, spesso, le ‘investigazioni’ vengono effettuate in salotti televisivi riempiti non da criminologi o addetti ai lavori, ma da semplici opinionisti che, trattando casi fra l’altro secretati dal segreto istruttorio, disconoscono vittime ed eventuali ‘offender’, sono privi di qualsiasi conoscenza relativa al profiling, non sono mai stati sulla scena del crimine, disconoscono modalità operative di reperimento tracce e conseguenti attività probatorie finalizzate all’accertamento della fattispecie delittuosa.

Chi fa le indagini realmente non appare in talk show, ma l’accertamento della verità è sempre destinato ad essere discusso in aule di Tribunali in quanto scevro della vulgata del giudizio sommario popolare fornito dai media ( a tal proposito, si rimanda ad un pezzo scritturato dal criminologo Prof. Marco Strano, Direttore Scientifico del Centro Studi Legalità e Giustizia di Roma, intitolato ‘ I criminologi ed il circo mediatico’).

Per maggiore completezza della trattazione si precisa che le norme giurisprudenziali italiane vietano di tracciare il ‘profilo psicologico’(Psychological Profiling) di un assassino ancora ‘usub’ (ignoto) ed associarlo ad un qualsiasi soggetto al momento indagato o indiziato di delitto. Malcostume che, purtroppo, viene applicato frequentemente nei salotti colmi di opinionisti e rispetto delle norme che, alle volte, corrono il rischio di essere disattese da ‘addetti ai lavori’.

La criminologia è, in quanto scienza multidisciplinare, un concentrato di studi molto seri in continua evoluzione, in cui si coniugano strategie investigative e mere tecniche scientifiche ‘irripetibili’ che riempiono il mosaico relativo ad ogni elemento utile  per le elaborazioni di rito.

In conclusione, si rappresenta che l’ Ancrim è direttamente collegata alla prestigiosa Università Popolare Unised, da poco ammessa in UNAI – United Nation Academic Impact, organismo delle Nazioni Unite per la ricerca scientifica, la formazione accademica e gli scambi culturali che raggruppa oltre 1000 college e Università del mondo. Questo traguardo giunge dopo cinque anni di impegno di Unised nelle attività di formazione, ricerca e promozione sociale e culturale internazionale, svolte in virtù dei principi sanciti dall’ONU.

Domenico Romeo