Spazio Domenico Romeo: “Reggio Calabria ricorda la rivolta del ’70”

“Se per il politicante la politica è un affare, per il legionario la politica è una religione.” Con questa frase di  Corneliu Zelea Codreanu, venerdì 14 Luglio Reggio Calabria onorerà i martiri della rivolta scoppiata in città in pari data nell’anno 1970, con l’ evento ‘ Reggio1970,  i figli (degli effetti) della rivolta’.

La rivolta di Reggio Calabria, con i suoi moti, entra, a pieno titolo, fra il fenomeno rivoluzionario più forte avvenuto nel dopoguerra, le cui motivazioni antropologiche e palingenetiche si incardinano in concause sociali profonde, che vanno al di là della semplice mancata assegnazione del capoluogo.

Una rivolta, dalla matrice popolare, interclassista, che ha interessato intellettuali del periodo per tutta la durata della virulenta ribellione ( 7 mesi), a cui il Governo ha risposto in maniera sorda attraverso l’invio dei carri armati.

Una lotta impari di un popolo che esplodeva alla ricerca del pane, del lavoro e della giustizia sociale,  costretto a difendersi dai cecchini ad altezza uomo; lotta che ha generato morti e feriti.

A distanza di 47 anni  il mondo intellettuale continua ad interessarsi di quel fenomeno rivoluzionario denominato ‘Rivolta di Reggio’ ed organizzazioni culturali incontreranno i cittadini in un evento ad hoc presso la Piazza Martiri della Rivolta via Sbarre Centrali Vico S. Anna dove, dalle ore 20,00 sarà allestita una mostra fotografica ed un’esposizione di libri a tema.

Dalle ore 21,00 andrà in scena ‘ Note della Rivolta’, un concerto curato dall’artista Francesco Bono che sarà intervallato da testimonianze dell’epoca.

Storia, cura delle radici culturali ed arte, faranno da corollario per una serata unica nel suo genere. Si ricorda che la ‘Rivolta di Reggio’ non deve essere interpretata come una ‘rievocazione’ da catalogare ad una sola parte politica o ideologica, ma riguarda tutta la città in tutte le sue componenti, essendo stata inquadrata in una fenomenologia interclassista, come già espresso.

Associazioni culturali della città dello Stretto promotori di tale importante evento sono il N.F.P e la Stanza 101-Cenacolo culturale.

Domenico Romeo