Volo Cancellato? “Antirazzismo multinazionale”

Secondo i più recenti studi genetici le razze umane non esistono.
La Storia, in questo quadro, andrebbe denunciata di razzismo, visto che non fa che descrivere scontri o differenze fra inesistenti razze.
Per non parlare delle assurde tipicità caratteriali che vedrebbero definire gli Italiani come amanti della pizza, dei spaghetti e del mandolino, oppure i Tedeschi come fissati della precisione meccanica, o, ancora più inverosimile, gli Arabi amanti dello scannarsi a vicenda.
Tutti gli abitanti del pianeta amano pizza, spaghetti, mandolino, precisione e scannarsi a vicenda.
Così è chiaramente falso, come fa la Storia, evidenziare una classifica di qualità tra un Tempio greco, un acquedotto romano ed una capanna di fango africana, edificati nello stesso periodo: sono assolutamente equivalenti.
Per non parlare di chi, stupidamente, si mette a descrivere differenze a cazzo tra occhi a mandorla, statura, o, peggio, colore di occhi, capelli e pelle.
Si è ampiamente dimostrato che siamo nati tutti uguali in un punto già individuato dell’Africa e, da quei masochisti che siamo, ci siamo poi spinti fino al Polo Nord trasformandoci in Eschimesi.
Questa capillare distribuzione planetaria degli stessi individui, ha dato luogo alla deprecabile formazione di tradizioni molto differenziate tra di loro.
Animalisti e Verdi, da parte loro, hanno spiegato, sempre scientificamente, l’inesistenza di razze animali o specie vegetali.
Il barboncino nano, hanno dimostrato i primi, è altrettanto valido alla difesa personale del Rottweiler, o idoneo alla corsa quanto il Levriero.
Mentre i secondi hanno evidenziato l’esistenza di un unica pianta di broccoli, originaria sempre dell’Africa, da cui si sarebbero poi formate le altre: cavoli, banane ecc.
Per il cretino c’è una poco attendibile scuola di pensiero che lo pensa apparso in quantità infestanti soltanto in tempi recenti.
Le Multinazionali, da sempre sensibili al benessere dell’umanità, e non ultimo, all’applicazione delle più avanzate teorie scientifiche, si stanno prodigando, proponendo un unico panino con porpetta, una sola bevanda gassata, ed uno stesso abbigliamento, al ripristino di un unico, originario, individuo delle caverne africane.
Come? Molto semplicemente, sia provocando (con guerre e carestie, a fin di bene) le migrazioni degli umani, sia promuovendo con apposite e mirate corruzioni (sempre a fin di bene) il sostegno di leader e giornalisti al rimescolamento (premurosa accoglienza solidale); il tutto propedeutico alla scomparsa di quelle caratteristiche che hanno dato luogo alla falsa idea dell’esistenza delle razze. Iniziative encomiabili.
Ci sono, è vero, alcuni sciocchi, che mettono in evidenza un ipotetico tornaconto delle Multinazionali nei confronti dell’operazione. Ma, fortunatamente, sono pochi, e, giustamente, inascoltati.
In realtà esse ci dipingono un possibile ritrovato paradiso terrestre in cui gli umani, finalmente rialloggiati in comode capanne di fango, paglia e sterco di vacca, potranno continuare, sì a scannarsi a vicenda, ma parimenti, potranno sollazzarsi a gustare, tutti, finalmente, lo stesso Big Mac annaffiato da bevande gassate a zero calorie.
Ci vorrà un po’ di tempo, e gli sciocchi come me non potranno goderne, ma si sa, non si può avere tutto dalla vita.

Maurizio Silenzi Viselli