Volo Cancellato? “Telefonata al destino”

Con questi call center gestiti all’estero mi capita di avere delle disfunzioni vocali. Spiegavo all’operatore che volevo acquistare un cestino, e quello ha capito che volevo parlare col destino, e me l’ha pure passato. Ecco la registrazione della telefonata.

DESTINO: Pronto, sono il Destino, chi mi chiama?

MAURIZIO: Sono Maurizio Silenzi Viselli; scusi eccellentissimo, c’è stato un disguido, ma già che ci sono volevo darle qualche suggerimento.

D: Aaah, e te conosco… Sei un gran rompicojoni… Ma dimmi.

M: Lei che regola un po’ tutto, perché non accelera la dipartita di certi politici mascalzoni?

D: Dunque ascolta, la caratteristica di un politico è quella di essere eletto. Allora, perché non evitate di votarli? Prevenire è meglio che curare.

M: Niente da fare eh? Ma allora potrebbe accelerare quella dei cretini.

D: E succederebbe un casino planetario! Senza cretini che si comprano tutte le inutili schifezze prodotte a profusione, crollerebbe il sistema economico mondiale. Quelli non cretini vivono proprio grazie a loro.

M: Vabbè, ma in qualche caso particolare sarebbe potuto intervenire. Hitler, per esempio, lo faceva cascà dal seggiolone da piccolo e s’evitava…

D: E ridaje! Quando hanno formulato quella fregnaccia del comunismo, la gente s’è spaventata. Si nun c’era Adolf, ce ne sarebbe stato un altro. E non dirmi che avrei potuto accelerare quella dei comunisti, si ricadeva nel problema di prima, senza cretini eccetera…

M: Ma a tutte le malattie non ci potrebbe mettere un freno?

D: Aoh, ma che sei un terrorista? E tutto il sistema sanitario lo famo saltà? Milioni de medici, infermieri, portantini, case farmaceutiche e farmacie? Tutti a spasso? Altro che crisi del ’29, una Caporetto.

M: Ma potrebbe almeno salvà il destino di Sybaris? Ce vonno passà sopra col 3°megalotto.

D: Arintanghete! Le mazzette in Italia sostengono l’economia, si chiama “Reddito di Corruzione”: blocchi quelle e viene giù tutto, altro che disastro della diga del Vajont. Tu vivi nel mondo dei sogni e voi scatenà il peggiore incubo nazionale?

M: Non c’è salvezza insomma.

D: E certo che no. Ma guarda che il sistema, così com’è adesso, è stato studiato bene, rimane tutto in equilibrio di buon funzionamento.

M: A me non pare di vedere tutto quest’orologio svizzero.

D: Dunque archité, ascoltami bene, se proprio non puoi sopportà, posso accelerare la tua di dipartita. Senza fatte soffrì, un piccolo inciampo mentre scendi le scale… Er destino.

M: Beh, non ne farei una questione personale, parlavo in generale… Stò pure a pagà un botto d’interurbana… La saluto eccellentissimo.

In ogni modo, come diceva Stephen Hawking “quelli che credono al destino non omettono di guardarsi intorno prima di attraversare la strada”, ed io, in futuro, starò doppiamente attento nello scendere le scale, hai visto mai che quel morammazzato del Destino…

Maurizio Silenzi Viselli