Dicembre 5, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sabina e Vito Baez, da “nemici intimi” ad amici vincitori di Latin Grammy

Da “nemici stretti” ad amici felici e riconciliati, Joaquin Sabina e Vito Baez hanno ricevuto il Latin Grammy for Musical Excellence mercoledì a Las Vegas (USA) in riconoscimento della loro eccezionale carriera.

Sabina e Baez hanno condiviso questo riconoscimento dalla Latin Recording Academy insieme ad altri nomi in maiuscolo della musica spagnola e latina come il brasiliano Martino da Villa, il messicano Emmanuel, gli americani Sheila E, Pete Escovedo, il dominicano Mille Quezada e la musica latina. Il portoricano Gilberto Santa Rosa.

Questo evento sentimentale, tenutosi il giorno prima della festa dei Latin Grammy, ha avuto un sapore speciale per Sabina e Baez a causa della loro turbolenta – e poi amichevolmente risolta – storia condivisa.

Nel 1998 pubblicano “Intimate Enemies”, un album a quattro mani che chiarisce già dal titolo l’atmosfera di confronto, rabbia e tensione in cui l’album è stato prodotto.

L’amicizia e la collaborazione tra lo spagnolo e l’argentino sono esplose in mille pezzi ed entrambi sono stati oggetto di spietati attacchi nella sfera pubblica fino a quando nel 2007 hanno finalmente raggiunto la pace.

Lontani da quegli anni di polemiche, i due hanno salutato oggi la loro amicizia ma non hanno rinunciato al loro senso dell’umorismo.

“Ora gli lancio alcune freccette”, Baez ha divertito Efe, sottolineando che lui e Sabina non sanno “come vivere diversamente”.

Tuttavia, è stata Sabina a essere colpita dal sarcasmo nella sua lettera di ringraziamento.

READ  Jodie Comer sarà felice di tornare in Free Guy 2 con Ryan Reynolds

“Giuro alla mia santa madre, e Vito si spezzerebbe una gamba se mentissi”, disse, “che non sono mai stato in una sala con tanto talento insieme.”

In un tono meno umoristico, Sabina ha indicato a Eve sul tappeto rosso che era “particolarmente” felice di ricevere un tale riconoscimento onorario con Baez.

“Non lo vedevo da molto tempo. L’ho incontrato in aereo da Miami ed è stata una grande gioia”, ha osservato.

Onorare i colleghi

Sia Páez che Sabina hanno sottolineato il loro orgoglio per aver vinto il Lifetime Achievement Award presentato dai colleghi dell’industria musicale come parte dei Latin Grammy Awards.

“E’ come se ti mandassero quasi al cimitero…”, ha scherzato l’autore di “Mariposa tecknicolor” nell’introduzione all’evento.

“No, è accolto con gioia e gratitudine. Bello essere in questa posizione e un grande privilegio. Spero che non se ne pentiranno prima di darmelo”.

Da parte sua, Sabina ha mostrato il suo solito sarcasmo e comportamento canaglia e ha detto sul palco che era contenta che questo onore fosse a Las Vegas (USA).

“La chiamano Sin City per un motivo e sono stato un po’ dipendente da Sin. È la città che non dorme mai e io sono ancora sveglio. L’unica cosa che non vorrei inserire nei bei slogan di questa città, rimane a Las Vegas”, ha detto tra le risate. Perché presenterò questo premio a tutti. “

Sabina ha anche ricordato i professionisti della musica che erano “senza parole” e senza lavoro a causa della pandemia.

“Questo premio è destinato anche a coloro che stanno dietro le quinte e alle loro famiglie”, ha affermato.

L’evento ha anche reso omaggio al musicista di successo Emmanuel, al personaggio brasiliano di samba e MPB Martinho da Villa, alla star del merengue Mili Quezada, all’eccezionale Salcero Gilberto Santa Rosa e all’influente percussionista Pete Escovedo (del gruppo Azteca). ) e sua figlia Sheila E (collaboratrice di Prince in Purple Rain, 1984).

Nei commenti all’Efe, Gilberto Santa Rosa si è detto ancora “sospetto” e lo ha paragonato a “giocare nelle major league”, mentre Mille Quezada è stato “benedetto” dal “rappresentare” Merengue e i dominicani ai Latin Grammy.

“Questo premio significa che i tuoi colleghi hanno scoperto qualcosa in te, significa che la tua musica ha lasciato qualcosa nei loro cuori, nella loro intelligenza e nel loro percorso. Ed ecco che lo riceviamo con orgoglio e soddisfazione perché hanno sudato per tanti anni. È è un premio sudato e un duro lavoro”, ha spiegato Emmanuel.

Molte star della musica come Carlos Vives, Patti Canto, Jorge Drexler, Pepe Aguilar, Pedro Cabo o Leyva hanno partecipato all’omaggio a queste leggende.

L’evento ha anche onorato le carriere del produttore e compositore messicano Guillermo “Memo” Acosta e del fisarmonicista colombiano Egidio Cuadrado, che ha ricevuto un Board Award.

Secondo la descrizione del Latin Grammy pubblicata in una dichiarazione, il Board Award viene assegnato a “persone che hanno dato un contributo significativo alla musica latina durante la loro carriera, ma non necessariamente sotto forma di esibizioni”.