ASP CATANZARO: prima in Calabria ad attivare una specifica pagina web dedicata alla prevenzione della corruzione

etica-legalita-uguaglianza_400

L’Asp di Catanzaro è la prima azienda sanitaria calabrese, e una delle prime in Italia, ad attivare sul proprio sito web istituzionale, diretto dal dr. Pasquale Natrella, secondo quanto stabilito dalla disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, una specifica pagina web dedicata alla prevenzione della corruzione, contenente la bozza del Codice di Comportamento Aziendale e la “Guida del Segnalante” (whistleblower), che indica le modalità per segnalare mal pratiche amministrative, violazioni disciplinari, fatti corruttivi o reati in genere.
Il Codice opera una ricognizione degli obblighi che qualificano il corretto adempimento della prestazione lavorativa, fornisce adeguati “canoni di comportamento”  e si pone quale strumento di ausilio per tutto il personale operante all’interno dell’Azienda Sanitaria, al fine di un corretto adempimento delle proprie funzioni. Al tempo stesso esso rappresenta un mezzo attraverso il quale la Direzione aziendale intende prevenire alcune situazioni di mala gestione operando, pertanto, un controllo interno sul personale. La Bozza del Codice di Comportamento ha individuato regole di condotta differenziate a seconda delle specificità professionali delle aree di rischio, che integra e specifica la normativa pregressa del pubblico dipendente contenute nel D.P.R. n.62 “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’art 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”.
Insieme alla bozza del Codice è stata pubblicata anche la relazione illustrativa provvisoria di accompagnamento ad esso  che ha il compito di illustrare i contenuti del Codice di Comportamento del personale dell’Asp di Catanzaro, evidenziando anche le finalità che hanno ispirato l’individuazione dei modelli di comportamento che l’articolato esprime.
Per consentire la più  ampia partecipazione alla stesura del Codice è stata prevista una procedura aperta alla partecipazione  di tutti i soggetti sia all’esterno – che a qualsiasi titolo hanno rapporti o/e interessi con l’Asp – sia ai soggetti presenti all’interno, con distinti ruoli e funzioni. I suggerimenti e le proposte per modifiche e/o integrazioni della bozza del Codice di Comportamento saranno accettate, previa modulistica apposita, scaricabile on line, -Allegato A- Mod/asp.cz-01, per suggerimenti e proposte, per modifiche e/o integrazioni del Codice, debitamente compilata ed inviata via e-mail o via posta tradizionale all’Ufficio Prevenzione della Corruzione, entro il 10 gennaio 2014.
La legge 190/2012 ha fornito alle pubbliche amministrazioni gli strumenti adatti per far funzionare al meglio la macchina burocratica al servizio dei cittadini, lottando il malaffare con il coinvolgimento del proprio personale, che è messo nelle condizioni per contribuire a combattere i rischi di corruzione.
L’Asp di Catanzaro, facendo proprie le finalità che si è posto il legislatore, ha dato concretezza alla normativa, ponendo in essere le attività che sono strumentali all’avvio di un efficace sistema di prevenzione, nella convinzione che è quanto mai necessario adoperarsi con impegno contro ogni comportamento che superi i limiti della legalità.