ASP CATANZARO: si svolgerà a Lamezia Terme un incontro di studio, approfondimento e sensibilizzazione sui rischi del Radon

Alla luce della nuova normativa europea, in corso di recepimento dallo Stato italiano che ha rivisto i limiti di tollerabilità del radon nei luoghi di vita e di lavoro, molte iniziative scientifiche nazionali si stanno occupando della tematica. Questo progetto nato da un protocollo di intesa tra l’Agenzia Regionale per la protezione dell’ambiente della Regione Calabria (ARPACAL) e l’Associazione Nazionale Esperti ed Addetti della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (ANEAS), in collaborazione con l’ente Paritetico Bilaterale Nazionale per la Formazione EFEI e la società SINERGETICA Group S.r.l., coinvolge anche l’ANPEQ (Associazione Nazionale Professionale Esperti Qualificati in Radioprotezione).
Lamezia Terme diventa, dunque, baricentro di un’importante iniziativa scientifico-divulgativa rivolta a sensibilizzare professionisti e cittadini alla problematica del rischio radon, nei luoghi di vita e di lavoro, anche grazie all’impegno del dott. Procopio, responsabile del Laboratorio Fisico Provinciale dell’Arpacal, rivferimento regionale sul rischio radon e alla presenza a Lamezia del dott. Francesco Bonacci, direttore del Servizio di Fisica sanitaria dell’ASP e Consigliere Nazionale dell’ANPEQ.
Oltre ai numerosi relatori esperti, ad essa prenderanno parte, medici competenti, operatori sanitari, consulenti della sicurezza, tecnici, datori di lavoro, responsabili del servizio di prevenzione e protezione (RSPP), Aziende sanitarie provinciali, cittadini. Per tutti l’ingresso è gratuito.
A tutti i partecipanti verrà rilasciato gratuitamente l’attestato di partecipazione. Per gli iscritti agli ordini e collegi professionali che hanno aderito all’iniziativa saranno riconosciuti crediti formativi.