Il centro trasfusionale per ora resta all’ospedale lametino. Il Tar ha respinto la sospensiva presentata dalla Regione

«La Stasi, come Governatrice facente funzioni — aggiunge — rispondeva impugnando l’ordinanza sindacale dinanzi al Tar e chiedendone la sospensiva. Una bocciatura, questa, dell’operato non solo della Stasi, ma anche del gen. Pezzi, che aveva in seguito ratificato il Decreto 58/2014 così com’era. Mentre, invece, avrebbe fatto sicuramente meglio ad ascoltare tutte le ragioni a sostegno del mantenimento del nostro Servizio Trasfusionale, che gli abbiamo ripetutamente rappresentato, e a cercare di capire da che parte in questa vicenda stava la legalità».