Lamezia, Fusto (Coas-Fassid): “A rischio centro trasfusionale”

Catanzaro – “Gli effetti, a distanza della nomina di dirigenti sistemati ai vertici della nostra Azienda col benestare del Governatore Oliverio, si stanno vedendo e toccando con mano… addirittura si rispolvera il Decreto Scopelliti pur di mettere in cattiva luce l’attuale governo e addossargli colpe che non ha”. Lo afferma in un comunicato Domenico Fusto referente Coas -Fassid Asp Cz a giudizio del quale “Far ripiegare il Centro Trasfusionale di Lamezia Terme a 6 ore interromperà ogni distribuzione di sangue in urgenza dopo le ore 14 nei tre presidi ospedalieri di Lamezia Terme, Soverato e Soveria Mannelli. Tutto questo – spiega – per non aver voluto rinnovare l’incarico a due tecnici a tempo determinato, richiamandosi ad un decreto che non è rispettato in nessuna Asp calabrese, in quanto superato – conclude – dall’attuale rete regionale dei Trasfusionali. Ognuno si assumerà le conseguenze politiche di una decisione del genere”.