L’ASP di Catanzaro risponde al rappresentante del Comitato “salviamo la sanità lametina” avv. Panedigrano: «Panedigrano si prepara alla campagna elettorale distorcendo fatti e circostanze»

nicolino_panedigrano_400

E’ il caso di ricordare all’illustre rappresentante del cento sinistra che il servizio affidato è comprensivo anche della manutenzione dei sistemi di prevenzione incendi irresponsabilmente andati fuori uso durante il periodo di Governo della sua parte politica  tanto da obbligare il Ministero dell’Interno ad emettere una specifica Ordinanza in data 27 Aprile 2011.
Si Comprende l’esigenza dell’Avv. Panedigrano di volersi preparare per l’imminente campagna elettorale al Comune di Lamezia Terme ma non si comprende la palese distorsione che egli opera nel riferire fatti e circostanze che non solo tutelano le strutture sanitarie del bacino di competenza dell’Azienda Sanitaria Provinciale ma che si rifanno a precisi obblighi di legge. Il personale  tecnico impegnato nelle quotidiane attività di manutenzione continuerà a svolgere il proprio ruolo con l’abnegazione che ha sempre profuso nell’interesse supremo dell’Ospedale ed anzi, in virtù della nuova Convenzione, sarà ulteriormente coadiuvato in quei luoghi come l’Ospedale di Soveria Mannelli dove per i motivi legati al Piano di Rientro che l’avv. Panedigrano ben conosce, è stato impossibile integrare tutte le figure tecniche andate in pensione e che attualmente risulta sprovvisto di elettricisti, idraulici, manutentori e similari.
Dopo questa doverosa precisazione, se l’avv. Panedigrano intende porre in essere qualsivoglia crociata contro lo sperpero di denaro pubblico, concentri la sua azione su altri obiettivi con la raccomandazione di leggere bene gli atti e le leggi che regolano attività ed azioni amministrative prima di diffondere  temerarie affermazioni che potrebbero sottintendere la sua passione per Collodi.
Direzione Strategica e Ufficio Tecnico.