Trapianti: Asp comunica incremento interventi all’Annunziata di Cosenza

COSENZA – Sono decisamente in aumento le prestazioni della UOSD Chirurgia EpatoBilioPancreatica e Trapianti dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. Lo comunica l’azienda ospedaliera, spiegando che “i dati dei primi cinque mesi del 2019, rapportati allo stesso periodo del 2018, registrano un incremento di ricoveri per prestazioni chirurgiche che incidono direttamente sui dati della migrazione sanitaria, invertendone il trend negativo. In aumento gli interventi di resezioni epatiche, gli interventi per tumori della via biliare principale, le colecistectomie. Raddoppiano i trapianti di rene, passando da 5, dello scorso anno, stesso periodo, a 11 dei primi cinque mesi del 2019.
L’equipe Epato-Bilio-Pancreatica e Trapianti – dr.ri Sebastiano Vaccarisi, Vincenzo Pellegrino, Massimo Canonaco e Giuseppina Fusilli- ha portato a termine, con successo 128 interventi chirurgici, una media di 25 interventi al mese con picco di performance nel mese di marzo e ne mese di maggio, quando in una notte sono stati eseguiti due trapianti di rene su due giovani cosentini in dialisi. Uno sforzo organizzativo – si evidenzia – importante che ha visto coinvolti oltre all’equipe di trapianti, gli anestesisti i nefrologi e gli strumentisti di sala operatoria del nuovo blocco “A. Petrassi”. I risultati delle prestazioni effettuate dalla UOSD di Chirurgia Epatobiliopancreatica, consolidano il trend di crescita, già registrato nello scorso anno – si fa rilevare – e un andamento di performance positivo, soprattutto nei risultati finali dei percorsi clinici, che dimostrano come l’Unità di Chirurgia Epatobiliopancreatica e Trapianti dell’Annunziata sia diventata centro di riferimento per l’intera regione nella cura delle patologie epatobiliari. Nello scorso anno, su 276 ricoveri, 56 sono stati di pazienti provenienti da fuori provincia e 2 da fuori regione”.