Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scioperi e chiusure stradali intensificano le proteste a Panama

I leader della coalizione People’s United for Life, che comprende cinque sindacati, movimenti comunitari, sindacati, insegnanti, studenti, contadini, costruttori e lavoratori dei trasporti, tra gli altri, hanno sottolineato che l’azione di lobbying richiederebbe al governo di installare un tavolo di dialogo con tutti i rappresentanti che lottano nelle strade per la giustizia sociale.

Il giorno prima, il ramo esecutivo e la National Organised People’s Rights Alliance (Anadepo) hanno concordato di ridurre il prezzo di un gallone di carburante a $ 3,25 e porre fine alla chiusura delle strade nel paese.

Il documento firmato nella provincia di Veraguas indica che l’attuale periodo di prezzo è correlato alla variazione dei prezzi del mercato petrolifero mondiale oa situazioni di costo internazionale.

Anadebo ha precisato che il suo impegno include solo i suoi membri e che, a partire dalla firma dell’accordo, elimineranno tutte le chiusure delle vie di comunicazione (strade, strade e autostrade nazionali, comprese l’autostrada interamericana e le vie navigabili).

Immediatamente, la coalizione ‘United for Life’, che è anche l’eroe degli scioperi di due settimane fa, ha risposto e ha rilasciato una dichiarazione dalla capitale del Paese ignorando gli accordi firmati da altre organizzazioni.

Ha inoltre esortato l’autorità esecutiva a istituire un tavolo di dialogo unico, denunciando le manovre di divisione delle forze popolari che si battono in piazza contro l’alto costo della vita.

Ha anche messo in dubbio l’intenzione di Anadebou di assumere la rappresentanza di tutte le organizzazioni a livello nazionale, il che era inaccettabile.

In questo senso, il gruppo ha riaffermato le sue nuove forti misure di lobbying a partire da lunedì.

L’azione sarà permanente fino a quando l’amministratore delegato non capirà la necessità di parlare con tutte le forze che stanno guidando questi scioperi contro gli aumenti dei prezzi, ha spiegato Saul Mendez, segretario generale dell’Unione nazionale dei lavoratori edili e delle industrie simili (Suntracs). di carburante, paniere di base e medicine, tra le altre affermazioni.

READ  I nicaraguensi in Spagna si mobilitano contro le "frodi" elettorali nel loro paese

Il malcontento popolare, che non vediamo da almeno 33 anni, secondo gli analisti, si verifica in uno scenario di alta inflazione, a due anni dall’epidemia di Covid-19, dall’aumento dei prezzi del carburante e dal tasso di disoccupazione negli Stati Uniti. 9,9 per cento e 47,6 per cento delle attività informali nel mercato del lavoro.

Per i leader dei movimenti popolari e delle organizzazioni sindacali, l’essenza non è un centesimo in più o in meno sul prezzo del carburante, ma un rifiuto generale di un modello economico neoliberista decadente che incoraggia la disuguaglianza e la povertà che metterà le persone in strada. ji / ja