giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Scoprono come le piante possono difendersi dai parassiti

IL Piani Imparano a difendersi dai parassiti che li distrugge.Con la modifica di alcuni geni, un certo gruppo di piante è stato in grado di fabbricare un feromone in grado di respingere le tarme, che apre una nuova possibilità per l’agricoltura che Può porre fine all’uso indiscriminato di Insetticidi. È uno dei promettenti risultati ottenuti presso l’Istituto di Biologia Cellulare e Molecolare delle Piante di Valencia (IBMCP), accreditato presso il Consiglio Supremo per la Ricerca Scientifica (CSIC) e l’Università Politecnica di Valencia, che hanno trovato la chiave per trasformare le piante in padroni del proprio destino. Quella che hanno modificato è una pianta di nicotina della famiglia del tabaccoIL Nicotiana bentameana. Come spiega Robin Matthews, uno dei firmatari di questo studio, condotto in collaborazione con l’Earlham Institute di Norwich (UK), questa pianta è stata scelta perché “ha buone caratteristiche genetiche ed è molto utilizzata in laboratorio, perché è molto controllabile & rdquor ;.


Attraverso attente tecniche di ingegneria genetica, il gruppo ha introdotto i geni della falena nell’albero, creando un percorso metabolico che le consente di “produrre feromoni femminili”. Quando una pianta è in grado di produrre questa sostanza, crea attorno a sé una nuvola di feromoni che “le falene femmine non possono evocare i maschi”, Grazie a questo, spiega Elena Moreno, ricercatrice IBMCP e anche firmataria di questo articolo, che insiste sul fatto che “le epidemie non si sviluppano” le piante si difendono, e intanto gli insetti sono ancora vivi. “Al di fuori delle colture, anche le specie sopravvivono ancora bene, quindi evitiamo anche danni collaterali da altri pesticidi. o altre trappole & rdquor; mondo insiste. Inoltre, essendo un ormone specifico, “colpisce solo una specie”, quella più dannosa per le colture, e non le altre, che possono continuare a svolgere le loro funzioni biologiche senza timore di sterminio. La modificazione genetica è stata effettuata da batteri. “Quello che facciamo è fornire una sorta di Agrobatterio con geni specifici che vogliamo che infettino le cellule fogliari & rdquor; Come dice Matteo. Si forma un tumore nel disco fogliare, quindi la pianta viene ringiovanita. “È un processo controllato”, insiste il ricercatore.

READ  Tekken 7 ha già venduto più di 10 milioni di copie

Una volta raggiunti questi risultati, gli scienziati ritengono che il processo possa essere migliorato, per adattarlo ad altri tipi di parassiti –Questa tecnica può essere utilizzata anche con il vermiglio– per evitare problemi collaterali. Cioè, il rilascio genetico ha anche fatto crescere la pianta meno del solito. Questo accade perché utilizza una parte degli acidi grassi che usa per crescere, per creare quei feromoni. Quindi, per il momento, i ricercatori stanno lavorando per migliorare questo processo. “Quello che stiamo proponendo è un modo per esprimere quei geni solo quando vogliamo”, spiega Moreno. L’idea è che le piante possano rilasciare questi feromoni solo quando hanno raggiunto il loro “livello di crescita ottimale”. Il ricercatore insiste. Qualcosa che farebbero con l’applicazione esterna del rame. Ma la sua ricerca non si ferma qui. I ricercatori stanno anche cercando di riprodurre questo tratto in altre piante. “Cercheremo di trasformare la fabbrica di tabacco commerciale in un distributore vitale”, afferma il ricercatore. Ciò consentirà eGallina domani, invece di mettere trappole di plastica “puoi piantare una pianta nicotina Geneticamente modificati che protegge l’intero raccolto “, indipendentemente dal fatto che si tratti anche di nicotina o di altro tipo. Studio di riferimento: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/pbi.14048……. Contatta il dipartimento dell’ambiente: crisisclimatica@prensaiberica.es

Nevio Buratti
Nevio Buratti
"Evangelista di zombie dilettante. Creatore incurabile. Orgoglioso pioniere di Twitter. Appassionato di cibo. Internetaholic. Hardcore introverso."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles