Contro la riforma della scuola, con i docenti calabresi!

banchi-scuola

Le conseguenze immediate della riforma saranno la scomparsa di mezzo milione di precari e aspiranti supplenti oltre che un aumento degli esuberi, l’apertura ai privati, con conseguente perdita di qualità della didattica che sarà asservita alle logiche del mercato, piena discrezionalità per i Dirigenti Scolastici nell’assumere e licenziare.
Esprimiamo dunque la nostra completa vicinanza ai docenti calabresi autoconvocati e rivolgiamo un appello affinché insegnanti, precari, personale scolastico e studenti medi facciano fronte comune per un nuovo autunno di lotta in difesa della scuola pubblica.

Collettivo Autonomo Altra Lamezia
Collettivo Ri-Scossa Studentesca