Maggio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Slim dorme, Medvedev non è ossessionato dal tornare al primo posto | Tour ATP

Se Daniil Medvedev raggiunge le semifinali del Miami Open presentato da Itao, riconquisterà il primo posto della classifica ATP a Novak Djokovic. Ma il 26enne dice che non perderà il sonno.

“Non è qualcosa che rimane nella mia mente ininterrottamente. Non vado a letto e dico: ‘Come faccio a perderlo, come posso riprenderlo?'”, Ha detto Medvedev.

Il quattro volte campione ATP Masters 1000 ha avuto la possibilità di mantenere il primo posto al mondo dopo il BNP Paribas Open, ma ha perso al terzo turno contro Gael Monfils. Si preoccupa più della sua prestazione che della classifica ATP.

“Non potevo fare del mio meglio lì, ecco perché ho perso. Ecco perché ne ho persi 1. Se posso giocare un buon tennis qui, penso di avere possibilità di riaverlo. Ma voglio fare del mio meglio ogni giorno”. [en] Ogni esercizio, ogni partita. Medvedev ha detto: Se sarà il numero 2, sarà il numero 2. Se sarà il numero 5, allora è quello che è. “Voglio solo fare del mio meglio, quello che ho cercato di fare a Indian Wells e qui devo fare di meglio se voglio riaverlo”.

Potrebbe piacerti anche: è così che Medvedev è riuscito a strappare il primo posto a Djokovic a Miami

Medvedev ha eccelso su campi più veloci per tutta la sua carriera, vincendo le Nitto ATP Finals indoor nel 2020 e rivendicando il suo primo titolo importante agli US Open l’anno scorso. Il Sunshine Double, Indian Wells e Miami si giocano su campi in cemento all’aperto, che secondo Medvedev non sono stati i più veloci.

“Secondo me, la superficie, sia a Indian Wells che a Miami, che penso siano simili, era molto lenta, come uno dei campi in cemento più lenti”, ha detto Medvedev. “Ho apportato alcune modifiche rispetto a Indian Wells e mi sento come se stessi giocando molto meglio.

READ  Shapovalov vince in Italia nonostante un rigore

“Quando giochi? [un] Masters 1000, giochi contro avversari forti. Anche se giochi meglio, [eso] Non significa che batterai tutti, quindi mi sto allenando duramente, lavorando sodo al mio gioco e cercando di essere migliore di come ero ad Indian Wells”.

Non sarà facile fin dal primo turno, visto che Medvedev affronterà l’ex numero uno del mondo Andy Murray o Federico Delbonis, testa di serie ad Indian Wells. Ma la testa di serie si sta godendo come ci si sente ad essere all’Hard Rock, dove ha raggiunto i quarti di finale l’anno scorso.

“Miami, di solito gioco un po’ meglio [que Indian Wells]. E quando sono arrivato, ho sentito che il mio gioco non era ancora arrivato, quindi ho cercato di fare alcuni aggiustamenti con il mio allenatore”, ha detto Medvedev. “Parliamo molto per vedere come posso giocare meglio nelle condizioni che abbiamo qui”.

Secondo Medvedev, la palla si è rapidamente gonfiata nel parco di tennis di Indian Wells. Ma sente di essersi adattato bene nel sud della Florida. Com’è?

“Voglio essere onesto, non condividerò i miei segreti”, ha detto Medvedev. “Ma sento che abbiamo fatto buoni aggiustamenti e sono pronto a giocare bene”.