Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sonda spaziale cinese 2026 per deviare un asteroide vicino

Negli ultimi mesi abbiamo visto notizie di sonde di asteroidi cinesi. Da un lato, abbiamo il compito Tianwen 2, che verrà lanciato nel 2025 per restituire campioni dall’asteroide Kamoʻoalewa (2016HO3) e poi dirigersi verso la cometa/asteroide Elst-Pizarro per orbitare attorno ad esso. Recentemente abbiamo visto la proposta di missione RSA (E. tipo missione di ritorno del campione di asteroidi) Per recuperare campioni dall’asteroide 1989 ML. Anche se quest’ultima missione non è stata approvata, se lo fosse, si sarebbe svolta tra il 2025 e il 2030. Tuttavia, un anno fa la Cina ha presentato un’altra missione più impressionante: una sonda di difesa planetaria progettata per testare l’efficacia di un intercettore cinetico in conversione. Un piccolo asteroide potenzialmente pericoloso per il nostro pianeta. Il fatto che questa missione fosse stata annunciata significava, come spesso accade per tutto ciò che ha a che fare con il programma spaziale cinese, che era in uno stato di sviluppo relativamente avanzato. Tuttavia, non sono state fissate date per questo progetto e non è incluso nelle prossime missioni o missioni di Tianwen Suggerimenti di indagine Dall’Accademia cinese delle scienze (CAS).

Intercettore cinetico AKI per deviare gli asteroidi vicini associati al secondo stadio del lanciatore della Lunga Marcia. Nel 2026 lancerà una missione per intercettare l’asteroide 2020 PN1 (CAS).

Ma, in una recente conferenza di Long Lihao (龙), ingegnere capo dei razzi della serie Long March, alto funzionario del CASC, è stato confermato che la Cina sta pianificando di lanciare una missione di difesa planetaria contro un asteroide vicino. Nell’anno 2026. La missione, attualmente chiamata “Near-Earth Asteroid Defense System Experimental Test” (近 系统 演示 ) verrà lanciata entro quattro anni utilizzando un razzo CZ-3B e decollerà verso l’asteroide 2020 PN1, un asteroide vicino. situato nella “orbita a ferro di cavallo” del nostro pianeta. Il 2020 PN1 è un corpo compatto da 10 a 50 metri, il che lo rende un candidato ideale per testare il concetto di intercettazione cinetica. La missione consisterebbe in realtà in due sonde, una nave “suicida” che sarebbe l’intercettore vero e proprio e un’altra sonda in orbita attorno all’asteroide e osservando l’impatto da una distanza adeguata (considerando le piccole dimensioni del 2020 PN1, il risultato sarebbe sicuramente disastroso per il corpo più piccolo).

READ  Game Ready 511.65 disponibile con supporto Dying Light 2
Arrivano le inchieste cinesi (ne abbiamo già parlato nel blog). La pianificazione per la nuova missione 2026 è mostrata nel grafico a destra (weibo.com/u/5658451754).

Come possiamo vedere, lo schema della missione è molto simile ad altre proposte, come il concetto inquietante della spedizione europea Don Chisciotte, che utilizzava due sonde, Hidalgo e Sancho, per testare questo concetto. Annullata la missione di don Chisciotte a favore del progetto AIDA (Valutazione e rilevamento dell’impatto dell’asteroide) in collaborazione con la NASA, che comprende anche due sonde, DART e AIM, ma verranno lanciate separatamente. sonda Freccia (Test di reindirizzamento del doppio asteroide) È stato lanciato nel novembre dello scorso anno e il prossimo ottobre colpirà l’asteroide Didymos. finalmente, Mira, spara.Contributo europeo al progetto a favore di Hira, che verrà lanciato nel 2024, quindi non sarai in grado di vedere direttamente l’effetto di DART e potrai solo analizzare le conseguenze del crollo con il senno di poi. Pertanto, la nuova missione cinese, piuttosto che essere una copia di DART / Hera, è in realtà più simile al concetto originale di Don Chisciotte.

Un’altra vista del missile intercettore cinese AKI (CAS).

In ogni caso, non conosciamo i dettagli tecnici della missione e se abbia qualcosa a che fare direttamente con la proposta di cui abbiamo appreso lo scorso anno di sviluppare un “effetto cinetico congiunto” o AKI (Effetto di animazione combinato) per distrarre gli asteroidi vicini. AKI è una joint venture tra CAS e CASC e consiste nell’utilizzare una sonda collegata al secondo stadio del missile CZ-5 Long March come intercettore. In questo modo la massa aggiuntiva dello stadio aumenta l’energia dell’urto e quindi la sua efficacia (con lo stadio l’intercettore ha una massa di 8,75 tonnellate, contro le 2,25 tonnellate di una singola sonda). Come esercizio teorico, i ricercatori del progetto hanno calcolato che per distrarre l’asteroide Bennu in caso di collisione con la Terra, avrebbero bisogno di dieci o venti lanci di questi intercettori a seconda dell’ora dell’avviso.

READ  Nelle immagini: L'universo attraverso il telescopio spaziale James Webb
Long Lehao ​​presenta la futura missione di indagine e difesa planetaria della Cina 2026 (weibo.com/u/5658451754).

In ogni caso, è chiaro che la Cina vuole partecipare allo sviluppo di compiti legati alla difesa planetaria. Senza dubbio, se consideriamo la posta in gioco, più attori coinvolti, più è probabile che non finiremo come dinosauri.

Riferimenti:

  • https://weibo.com/u/5658451754
  • https://arxiv.org/pdf/2009.06495.pdf