Calciomercato – L’Inter torna in pista per Sanchez, ecco come e a quali cifre

E’ incredibile come la situazione intorno a si sia improvvisamente congelata. Il Barcellona ha frenato bruscamente dopo i tentennamenti dei che cercano ancora di alzare l’asticella del prezzo, il offre sempre di più ma il ragazzo cileno non ne vuol sapere di firmare con gli inglesi e tutte le altre pretendenti non ne vogliono sapere di partecipare all’asta voluta dal patron dell’. per questo ora la situazione è decisamente in fase di stallo e per la famiglia Pozzo non è un buon segno. Infatti il cileno, che qualche giorno fa era sul punto di volare a Barcellona per firmare il contratto con i blaugrana, rischia di restare a Udine un altro anno o, nella migliore delle ipotisi, di essere ceduto in prossimità del turno preliminare di Champions che attende l’Udinese o addirittura a fine agosto. Tutto questo gioca a favore di un abbassamento delle richieste dei friulani che ad un certo punto non possono più chiedere certe cifre e nello stesso tempo sono costretti a cedere il giocatore se il ninho maravilla continua a manifestare l’assoluta volontà di andare a giocare in una big europea.

Insomma, è molto probabile che Gian Paolo Pozzo abbia sbagliato strategia e alla fine si ritroverà con il cileno lontano da Udine ma avendo incassato forse anche la metà di quello che circola in questo momento. E a quel punto la corsa a Sanchez sarà vinta dal club più attendista e sornione, ovvero dal club che fino al momento della cessione del genio cileno non ha messo a segno colpi importanti e quindi nelle capacità di investire una cifra che si aggira intorno ai 30 milioni di euro. E’ tutta una questione di pazienza, ma anche di rischio perchè alla fine la big che temporeggia potrebbe ritrovarsi con un pugno di mosche in mano se Sanchez restasse ad Udine. In questo scenario di si inserisce perfettamente l’ che con l”acquisto di Jonathan potrebbe vendere Maicon al pronto ad offrite almeno 20 milioni per il brasiliano. Capitale che verrebbe dirottato immediatamente per la chiusura dell’affare Sanchez che, ricordiamolo, prima di impuntarsi sul Barcellona aveva l’Inter di Massimo nei pensieri.