Lamezia, l’Asd Accademia arti marziali di Lamezia Terme alle finali di Judo

LAMEZIA TERME – Ottimo risultato quello ottenuto dalla Società sportiva Asd Accademia arti marziali di Lamezia Terme che nei giorni scorsi a Crotone ha raggiunto il gradino piu’ alto del podio grazie a Vincenzo Franceschi e Matteo Federico che, con le loro medaglie d’oro, hanno ottenuto la qualificazione rispettivamente alla finale dei campionati nazionali esordienti B – categoria fino a 60 kg (prima gara ufficiale per gli atleti nati negli anni 2003-2004), che si svolgera’ al PalaPellicone Fijlkam di Ostia Lido il 2 e 3 dicembre, ed alla finale di coppa Italia juniores e seniores – categoria fino a 66 kg (atleti nati dal 1997 al 1982), prevista per il 25 e 26 novembre sempre ad Ostia Lido.
Un ottimo traguardo per i ragazzi della societa’ lametina che, diretta tecnicamente dal maestro Enzo Failla ed allenata dal tecnico Enzo Torcasio insieme ad un team di altri insegnanti, sul tatami hanno incontrato altri judoka in rappresentanza di tutte le societa’ calabresi con i quali si sono contesi l’ambito oro.
Un riconoscimento importante che lo stesso Failla definisce come “un risultato che corona mesi di duri allenamenti, mirati soprattutto allo sviluppo tecnico specifico, alla velocita’ d’azione e al cambio di ritmo nella conduzione delle gare. La competizione di Crotone – aggiunge – e’ stata netto appannaggio dei nostri due atleti che hanno vinto tutti i loro combattimenti per ippon (punto pieno) prima dello scadere del tempo previsto. Vincenzo e Matteo – conclude Failla – hanno ottime possibilita’ per affrontare con buon esito le finali che si svolgeranno nel palazzetto dello sport di Ostia Lido intitolato al nostro grande e indimenticato presidente Matteo Pellicone, realizzatore del Centro olimpico Fijlkam, una delle piu’ grandi strutture sportive federali d’Europa”.
Un altro importante tassello, quindi, per la societa’ lametina aderente alla Fijlkam, l’unica Federazione ufficialmente riconosciuta dal Coni per le discipline di Judo, Lotta, Karate, Jujitsu, Aikido, Sumo oltre ad essere l’unica che rappresenta l’Italia con i suoi atleti ad Olimpiadi, campionati del mondo, campionati europei e in tutte le manifestazioni internazionali che il Cio (Comitato olimpico internazionale) organizza e sovrintende.
Un impegno, quello della Asd Accademia arti marziali di Lamezia Terme, che va al di la’ della preparazione degli atleti estendosi anche all’aggiornamento di insegnanti e maestri, al punto che nelle scorse settimane proprio la societa’ lametina ha ospitato il secondo stage “Brutium Lamezia Terme” con ottanta presenze in rappresentanza di Calabria, Sicilia, Campania, Basilicata, Puglia.
Lo stage, durante il quale, tra le altre cose sono state illustrate le situazioni piu’ comuni e pericolose di rischio urbano e che ha visto la partecipazione di insegnanti tecnici Fijlkam di vari livelli e qualifiche, di molti maestri ed anche di atleti, e’ stato diretto dallo stesso Failla, coadiuvato dai maestri Antonio Ruberto, fiduciario regionale Calabria Mga (Metodo globale autodifesa), e Ignazio Imperiale, fiduciario regionale Aikido.
Nel corso dell’appuntamento lametino, inoltre, e’ stata anche tenuta una lezione sul sistema Yoseikan Sugiyama-ha, l’arte marziale tradizionale giapponese che ha una sua applicazione anche nella difesa personale e che, fondata dal maestro Mochizuki Minoru e diffusa in Italia dal maestro Sugiyama Shoji, scomparso da pochi mesi e maestro di Failla, e’ una disciplina che nel 2018 entrera’ a far parte della Fijlkam nel settore Jujitsu.
Non meno importante, infine, un altro appuntamento che ha visto protagonista la societa’ lametina. Si tratta della lezione propedeutica per il corso di formazione, diretto da Failla che e’ anche presidente del comitato regionale Judo Calabria, per insegnante tecnico Judo Fijlkam e passaggi di grado fino a 3/o dan i cui esami sono previsti per il 15 dicembre prossimo.